Il Belcanto Italiano Duo,
concerto per il Memorial Gigli

RECANATI - A 64 anni dalla scomparsa del tenore, domenica 12 alle 17,30 l'aula magna comunale ospiterà il gruppo formato dal soprano Astrea Amaduzzi e dal Maestro Mattia Peli
- caricamento letture
celbrazioni-gigliane-del-30-novembre-2017-325x259

Beniamino Gigli


Il bel canto per l’anniversario della morte di Beniamino Gigli. A 64 anni dalla scomparsa del tenore, il Memorial Gigli 2021, organizzato dall’assessorato alle Culture del Comune di Recanati e dall’associazione Beniamino Gigli in collaborazione con l’associazione Controvento Aps, ospiterà il Belcanto Italiano Duo del soprano Astrea Amaduzzi e dal Maestro Mattia Peli (pianoforte, organo). Appuntamento per domenica 12 alle 17,30 nell’aula magna comunale, dove si ricorderà anche il soprano Rina Gigli. 

Il Belcanto Italiano Duo nasce nel marzo 2011 per riaffrontare in una nuova veste raffinatamente musicale un ampio repertorio, spaziando dalla musica sacra all’opera italiana, dalla canzone napoletana alla musica vocale da camera. Il duo che si è esibito in Italia ed all’estero, in diversi teatri ed auditori, collabora anche con compositori contemporanei, tra i quali Massimo Moretti di cui il duo ha eseguito a Rieti in prima mondiale il suo “Interwoven Silences – New York 2011” e Leonardo Ciampa che ha dedicato ad Amaduzzi-Peli la sua lirica da camera “Pusilleco” nel 2020. Dall’ottobre 2018 sono docenti dell’Accademia nazionale di Belcanto italiano, in collaborazione con famosi cantanti lirici, tra i quali il celebre tenore Ugo Benelli. Con loro il tenore Raymond Turci, giovane allievo dell’Accademia. Il soprano Rina Gigli verrà ricordato dal prof. Gianfranco Lelj, nato a L’Aquila, ma cresciuto a Bologna. Dopo essersi laureato in lettere moderne, insegna, presso la cattedra di filosofia moderna, Storia del cinema.

La sua passione per il cinema lo porta alla fotografia come mezzo di avvicinamento per la settima arte. Dopo alcuni splendidi ritratti del soprano bulgaro Raina Kabaivanska, fa conoscenza con il regista Mauro Bolognini che, colpito da tali foto, lo scrittura come fotografo di scena per il suo film “Fatti di gente per bene” con Catherine Deneuve. L’eccellente risultato attira l’attenzione di Luchino Visconti, massimo regista europeo a quei tempi, che chiama Lelj a Roma per seguire la lavorazione del suo film “L’innocente” tratto da D’Annunzio. Con i brani in programma di Rossini, Donizetti, Verdi, Bizet, Massenet, Boito, Mascagni, Puccini e Tosti, verranno fatti ascoltare dischi incisi da Beniamino e Rina Gigli su grammofono originali dell’epoca. A presentare il concerto sarà il presidente dell’associazione Gigli, Pierluca Trucchia. Si invita tutta la cittadinanza alla partecipazione, ingresso libero con tutte le misure previste dalla normativa dei protocolli anti Covid-19.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X