Dolore in ospedale per Lara Righi,
infermiera morta a 51 anni:
«Ci ha sconvolto, non ce lo aspettavamo»

MACERATA - Si è spenta questa mattina per una malattia. Da 18 anni lavorava al reparto di Oculistica. I ricordi del primario, Vincenzo Ramovecchi, dell'Ordine degli infermieri e dei colleghi. Il funerale il 9 dicembre a San Severino
- caricamento letture

 

righi4

Lara Righi

 

Infermiera muore a 51 anni, in poche settimane una malattia ha stroncato Lara Righi, che lavorava da 18 anni al reparto di Oculistica dell’ospedale di Macerata. Il primario, Vincenzo Ramovecchi: «Siamo tutti sconvolti, non ce lo aspettavamo. Fino a tre settimane fa ha lavorato, poi ha avuto una riaccensione della malattia ma non credevamo in una evoluzione simile, doveva sottoporsi ad una terapia sperimentale ma non ha fatto in tempo». Righi si è spenta questa mattina al pronto soccorso di Macerata. L’infermiera, originaria di San Severino, si era ammalata alcuni mesi fa, poi era tornata al lavoro e sembrava guarita, purtroppo però la malattia è ritornata e non le ha lasciato scampo. «Era da tanti anni che lavorava con me. Era una persona coscienziosa, brava, una persona che ci mancherà. Non ci aspettavamo una evoluzione così fulminea della malattia» continua il primario. Anche l’ordine degli infermieri ha ricordato Lara: «Oggi per il nostro Ordine è una giornata triste. Infatti stamani ci ha lasciato troppo presto e troppo velocemente la collega Lara Righi. Che la terra ti sia lieve Lara». «Con lei ho trascorso 16 anni lavorativi – la ricorda Monia Bartolini -, professionale, seria. Sempre disponibile e attenta al paziente, negli ultimi anni si è sempre occupata degli appuntamenti per gli interventi dei pazienti, affinché avvenissero nelle date prestabilite». Insieme a Bartolini la ricordano i colleghi, dalla caposala Paola Verdicchio, alle ortottiste Claudia Nicolini, Loredana Aramini, Cristina Buti, Giuseppe Romozzi, e tutti gli infermieri. Lara lascia la figlia di 19 anni, la mamma e il fratello. Il funerale si svolgerà giovedì, alle 9,30, nella chiesa di San Domenico, a San Severino.

(redazione CM)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X