Summit di maggioranza,
si continua da separati in casa

CAMERINO - Riunione col sindaco Sborgia dopo la formazione di un gruppo autonomo di due assessori e un consigliere, la frattura non si ricompone. Ma Fanelli assicura: «Intendiamo lavorare in continuità con quanto sinora portato avanti»
- caricamento letture
Il-sindaco-Sborgia-insieme-alla-sua-squadra-il-giorno-dellelezione

Il sindaco Sandro Sborgia insieme alla sua squadra il giorno dell’elezione

 

di Monia Orazi

Continueranno la vita da “separati in casa” i componenti della maggioranza che governa il Comune di Camerino. Lo ha sancito l’incontro di maggioranza tenutosi ieri sera, per fare il punto dopo che a fine agosto l’assessore ai Lavori pubblici Marco Fanelli, l’assessore alla Cultura Giovanna Sartori, il consigliere con delega alle Politiche giovanili Riccardo Pennesi hanno costituito un gruppo autonomo, ribattezzato “Per Camerino”. La maggioranza, seppure formata da due gruppi diversi, continuerà ad andare avanti nell’azione amministrativa, almeno fino alla scadenza del mandato. Non rilascia dichiarazioni ufficiali il sindaco Sandro Sborgia, lasciando intendere che continuerà a lavorare come ha sempre fatto. All’origine della formazione di un gruppo distinto dalla maggioranza “Ripartiamo”, ci sarebbe stata l’intenzione del sindaco di revocare le deleghe ai due assessori. Per questo motivo i tre consiglieri avrebbero fatto la scelta di staccarsi da “Ripartiamo”, con cui si sono candidati alle elezioni, vincendole nel maggio 2019. Sentito in proposito, spiega Marco Fanelli: «Sono voci che non posso smentire. Per quanto mi riguarda continuo a lavorare, cerco di fare come sempre il meglio possibile da quando sono stato eletto. La scelta di fare un gruppo autonomo, non è stata presa a cuor leggero. Come già annunciato intendiamo lavorare in continuità con quanto sinora portato avanti, all’interno del gruppo di maggioranza, che è un gruppo civico». Durante l’incontro di ieri sera, aperto a tutti coloro che hanno sostenuto la lista che ha portato Sborgia ad essere eletto sindaco di Camerino, c’è stato un confronto serrato ed alla fine si è deciso di andare avanti nell’amministrazione della città ducale. Se poi queste differenze si vedranno anche durante il voto in giunta ed ai consigli comunali, sarà il tempo a dirlo.

Camerino, due assessori e un consigliere formano un nuovo gruppo Separati in casa nella maggioranza



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X