Zone a velocità limitata in città,
le richieste di Dipende da noi

CIVITANOVA - Il Movimento politica invita Ciarapica ad un confronto per ascoltare le proposte delle associazioni
- caricamento letture

 

elisabetta-giorgini1-325x321

Elisabetta Giorgini – Dipende da noi

 

«Ridurre la velocità delle auto nei tratti urbani». Lo chiede il Movimento Dipende da Noi attraverso Elisabetta Giorgini che interviene a qualche giorno dall’ordinanza che a Civitanova stabilisce il limite di velocità per i monopattini. «Negli stessi giorni in cui Parigi decide di ridurre la velocità ai 30 chilometri orari per le autovetture, a Civitanova arriva il limite per i monopattini a 20 chilometri orari nelle strade della città e a 5 nelle piste ciclabili. Questo mentre le autovetture continuano a sfrecciare a velocità elevate. La scelta dell’amministrazione comunale manca di elementi essenziali. Perché non imparare da chi le scelte le sta facendo con coraggio e determinazione? – chiede Giorgini – Parigi ha scelto di limitare la velocità delle vetture circolanti per rendere la città più sicura. In Spagna, dopo esperimenti a Bilbao e Barcellona, da maggio 2021 la riduzione del limite di velocità arriva in tutti i centri urbani del Paese. A Milano ci sono zone a 15 chilometri orari. Invece a Civitanova da una parte si tagliano nastri per nuovi pezzi di piste ciclabili e dall’altra, si permette a un privato di chiuderne un tratto per settimane. A Civitanova si finanziano eventi per invogliare la gente allo spostamento dolce e si decreta il limite di velocità dei mezzi elettrici, ma si lascia invariata quella delle autovetture. Il movimento “Dipende da Noi” considera incongruente l’operato della giunta Ciarapica perché non persegue una politica di sicurezza, soprattutto per le persone più fragili. Le bambine e bambini di Civitanova vorrebbero andare a scuola in bici o a piedi. Ci sono persone con disabilità che si muovono con hand-bike in mezzo al traffico per raggiungere il posto di lavoro o gli amici. Tutte e tutti noi vorremmo una città più sicura, meno rumorosa, meno inquinata, ma tutto questo si ottiene pensando alla città come un bene comune che va curato con scelte intelligenti». Infine “Dipende da Noi” invita il sindaco Ciarapica a un incontro per ascoltare le categorie e le associazioni che hanno proposte per dare vita a un progetto integrale di sicurezza urbana.

Monopattini, ordinanza del sindaco: limite di 20 chilometri orari Sanzioni fino a 400 euro



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X