Un mondo imperfetto,
ci pensa Open Space

APPIGNANO - Un percorso di incontri e spettacoli animerà le serate appignanesi del 17 e 25 giugno e del 1 luglio con momenti di riflessione e intrattenimento
- caricamento letture

 

spazio_hip_hop

Spazio hip hop

“Un mondo (im)perfetto”, questo il titolo del percorso di incontri e spettacoli che animeranno le serate appignanesi del 17 e 25 giugno e del 1 luglio con momenti di riflessione e intrattenimento.
I giovani appignanesi del movimento Open Space Appignano apriranno la loro estate con una rassegna di tre serate nelle quali verranno affrontate tre tematiche sociali importanti, l’inclusione, la legalità e la disparità di genere, in una modalità che unisce l’arte nelle sue forme teatrali o musicali e il confronto critico con l’incontro di rappresentanti di associazioni direttamente coinvolti nei vari temi proposti. L’obiettivo è quello di diffondere un messaggio verso i giovani che sia di aspirazione e desiderio nel voler contribuire a creare un mondo migliore, dove disparità e disuguaglianze tendano a sparire, grazie anche alla partecipazione attiva e all’impegno dei ragazzi.
Infatti giovani sono i ragazzi promotori e composte da giovani sono anche le compagnie e le associazioni chiamate a calcare le scene.

di-bolina

Compagnia Di Bolina

Si parte il 17 giugno con il tema dell’inclusione. Ad animare la serata la commedia “Finalmente ce tocca” della Compagnia Teatrale Di Bolina, cooperativa sociale che dal 2004 lavora con soggetti disabili, Nicolò Cognigni, aspirante attore civitanovese e rappresentante del Forum Giovani TocToc e Spazio Hip Hop – Zona 14, associazione di giovani ragazzi, che unendo idee, situazioni sociali e passione per la Cultura Hip Hop hanno dato vita a quella che oggi è un’affermata realtà locale.

Il 25 giugno si affronteranno i temi di legalità e mafia. Saranno presenti Il Presidio di Libera Macerata “Ciro Colonna”, facente capo all’organizzazione Libera, impegnato nella difesa del bene comune, della dignità e libertà delle persone, Our Voice, movimento culturale internazionale composto da giovani di diverse parti del mondo, che proporrà una propria rappresentazione artistica sul tema della mafia e infine la Compagnia Teatrale La Giovane Agorà, che proporrà una propria lettura drammatizzata sui temi della giustizia e della legalità.

Unimc_ReatoDiGenere_FF-14-325x297

Elisa Giusti

In conclusione, il 1 luglio si parlerà di discriminazione e disparità di genere. Avremo ospiti la Compagnia C.T.R. Calabresi che proporrà una rappresentazione scenica sulle moderne forme di discriminazione o violenza di genere, Elisa Giusti, responsabile del C.A.V. di Macerata, e la Compagnia Teatrale “Massimo Romagnoli” di Pollenza che proporrà “Solo segni d’amore”, rappresentazione a cura del gruppo di giovani seguiti dalla regista Sarah Salvucci.

Una tappa importante per il movimento Open Space Appignano, nato circa un anno fa, che raggruppa giovani under 30 del paese, che vogliono impegnarsi per il bene comune e per animare la vita culturale e sociale del loro paese.
«Come Amministrazione Comunale siamo molto felici che i ragazzi riescano a mostrare finalmente tutto il lavoro svolto! La pandemia purtroppo ha molto limitato le occasioni di incontro e la realizzazione di eventi, ma l’entusiasmo e il desiderio di partecipare ha permesso loro di realizzare comunque qualcosa di importante per il paese e per i loro coetanei. Ci auguriamo che la comunità appignanese si senta coinvolta e sostenga l’iniziativa. E’ motivo di orgoglio per tutti noi che ci siano giovani che abbiano la voglia e il coraggio di mettersi in gioco e fare qualcosa di concreto per la nostra piccola realtà» ha dichiarato Silvia Persichini, Vice-sindaca e animatrice all’interno del gruppo insieme a Paolo Nanni, comunicatore del Ddp ASURsur, da sempre impegnato con i giovani nel sociale.

our_voice

Uno spettacolo di Our Voice

Un ringraziamento alla Pro-Loco Appignano, che sostiene i ragazzi nell’organizzazione, per la sua disponibilità e collaborazione. E un grande grazie ad Andrea Foglia, ideatore del Forum Giovani TocToc e del gruppo “Veder Crescere con il Dialogo”, promotore, sostenitore e pioniere del mondo giovanile».
I ragazzi fremono nell’attesa della prima serata. Federica Palmieri, una delle componenti dell’associazione, dice: «Le cose da fare sono ancora tante, ma la volontà, l’impegno e la passione non ci mancano: vogliamo partire col botto!».
Vi invitiamo a partecipare alle serate, prenotando via whatsapp al numero 349.6297939 oppure scrivendo una mail a openspaceappignano@gmail.com



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X