«Rifiuti abbandonati vicino alle scuole
e aree verdi mai completate»
I 5stelle sollecitano Parcaroli

MACERATA - Interrogazione in Consiglio sulle ex Casermette a firma di Andrea Boccia e Roberto Cherubini: «Serve un urgente intervento di ripristino delle minime condizioni di salubrità, igiene e sicurezza»
- caricamento letture
Eurospin_Cantiere_FF-1-325x184

Il cantiere dell’Eurospin alle ex Casermette (foto Falcioni)

 

Ex Casermette, nuove scuole: aree verdi ancora da completare, il cantiere dell’Eurospin lì davanti e quello delle piscine ancora da iniziare. E se non bastasse c’è anche l’ex Ufficio immigrazione, con un’area da rivalutare completamente. In mezzo a tutto questo bambine e bambini e famiglie, a cui il Movimento 5 stelle ha deciso di dare voce con un’interrogazione in Consiglio sulla situazione dell’area di via Roma a Macerata. Un documento molto duro sull’area che la passata amministrazione ha trasformato in polo scolastico e futuro polo natatorio.

Molto duro perché cita anche abbandoni di rifiuti di varia natura e pericoli per chi passa. I 5 stelle sostengono infatti che «la gestione del traffico pedonale e di quello veicolare agli ingressi della struttura genera evidenti pericoli per l’incolumità dei bambini, non essendo debitamente separati». E inoltre è pieno di «rifiuti abbandonati come potature, rifiuti da demolizione, terre di scavo, materiali inerti, pali e canalizzazioni di illuminazione pubblica». E proprio lì vicino c’è «l’immobile abbandonato dell’ufficio immigrazione da cui incombono infissi semi pericolanti ed è pieno di buche non protette».

boccia-cherubini

Da sinistra Andrea Boccia e Roberto Cherubini

A completare il quadro «non sono stati allestiti gli spazi esterni delle scuole a un anno dall’apertura anche se il plesso scolastico ospita attualmente 5 classi a tempo pieno della scuola primaria e un ciclo completo della scuola dell’infanzia, il che prevede l’utilizzo delle aree esterne». Boccia e Cherubini ricordano al sindaco Sandro Parcaroli che spetta a lui «in quanto autorità sanitaria garantire il rispetto delle norme a salvaguardia dell’igiene e della salute pubblica» e che la norma «vieta l’abbandono dei rifiuti». Per questo chiedono «un urgente intervento di ripristino delle minime condizioni di salubrità, igiene e sicurezza». E agli assessori competenti pongono domande dirette: «Quando verranno allestiti gli spazi esterni per le ricreazioni e per le attività didattiche all’aperto? Quando verranno messi in sicurezza gli spazi pubblici adiacenti alla scuola, dove bambini e genitori sono costretti a passare per recarsi a scuola? Quando verrà sistemato l’accesso e il parcheggio delle auto dentro e fuori la scuola?». La risposta durante il prossimo Consiglio comunale.

(Fe. Nar.)

Cherubini: «Noi sempre propositivi ma prima veniva tutto bocciato Lotteremo per togliere le auto in piazza»

«Parcaroli, che fine hanno fatto sgambatoi e riqualificazione delle aree verdi?»

«Servono parcheggi per biciclette e postazioni di ricarica elettrica»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X