Nasce il Terminal bistrot,
in pista la buona cucina:
«Unico ristorante di pesce in città»

MACERATA - Il titolare, Marco Cecchetti, lancia il nuovo concept del locale, che riapre domani completamente rinnovato. Stop momentaneo a dj set e feste da ballo, nel menù anche pizza e carne. «Facciamo di necessità virtù. È una sorta di fusione con il Barracuda Summer Fun»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
terminal-1-650x433

Marco Cecchetti, titolare del Terminal

 


Un po’ per necessità, un po’ per virtù. Il Terminal, storico locale di Macerata, si trasforma e rilancia. Stop momentaneo a dj set e feste da ballo, spazio alla cucina di qualità. Quello che negli ultimi anni è stato l’unico locale a Macerata città da fungere anche da discoteca, da domani riapre sotto una nuova veste, quella di bistrot. «Per noi parte una nuova avventura – spiega il titolare Marco Cecchetti – che è anche una scommessa perché saremo l’unico ristorante di pesce a Macerata. Il Terminal Bistrot infatti è una sorta di fusione con il Barracuda Summer Fun (lo chalet che da qualche anno Cecchetti ha aperto a Porto Potenza, ndr). Proporremo un menù di pesce ma anche carne e pizza». 

terminal-3-325x217

Nuovo ambiente al Terminal

Il Terminal Bistrot resterà aperto tutti i giorni, tranne il martedì, dalle 17 a mezzanotte. «Facciamo di necessità virtù – aggiunge Marco Cecchetti – anche se il progetto di bistrot risponde a una precisa volontà, un’idea che avevamo da tempo e che ora possiamo e dobbiamo concretizzare. Quando i contagi scenderanno e si potrà tornare a fare serate noi saremo i primi a farle».  Cecchetti, che a Macerata organizza anche il festival Artemigrante, viene da un’esperienza estiva di massima cautela. «Al Barracuda non abbiamo fatto neanche una serata a differenza dei locali di Civitanova». Il Terminal non cambia solo il format ma anche l’aspetto. «Abbiamo rivoluzionato il locale rendendo l’ambiente più accogliente. Ovviamente sarà necessaria la prenotazione e da lunedì partiremo anche con il servizio d’asporto. Venite a trovarci “Jo le Fosse” (così i maceratesi chiamano Borgo San Giuliano, ndr)».

(m. z.)

(foto di Sofia Solazzi)

 

 

terminal-2-650x433

Luca Medei, uno dei due chef insieme a Mattia Mariani

 

terminal-4-433x650

 

terminal-7-650x453

“Mattia Pascal”, il nuovo bar man

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X