Supercoppa, scontro tra titani
Vince Perugia al tie break
Una bella Lube cede nel finale

VOLLEY - I biancorossi sconfitti nella finalissima della competizione giocata all'Agsm Forum di Verona al termine di un match spettacolare
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

lube-perugia-finale-supercoppa-20-650x433

 

di Mauro Giustozzi

Perugia vince la seconda Supercoppa consecutiva, la terza nella sua storia, la Lube manca invece la cinquina nel torneo che non si aggiudica dal 2014. E’ il muro di Solè su attacco di Juantorena che decide una sfida infinita, durata oltre due ore e mezzo, che ha visto un grandissimo equilibrio con la Lube che ha saputo rimontare ed arrivare al tie break, dove è riuscita a risalire dal 5-8 ma poi ha fatto qualche errore di troppo che ha consegnato il trofeo ai rivali di sempre. Una partita maratona, una sfida a tratti spettacolare tra due squadre che saranno sicuramente tra le grandi protagoniste della stagione.

lube-perugia-finale-supercoppa-31-325x336Gara intensa, vietata ai deboli di cuore. Uno spot che apre la stagione del volley come meglio non si poteva. La Sir Safety la spunta alla fine, ma se il risultato fosse stato rovesciato non ci sarebbe stato nulla da dire. Civitanova è partita benissimo, ha incassato la rimonta degli avversari, è ritornata per conquistarsi il quinto set dove, però, non ha trovato la lucidità necessaria per spuntarla. Perugia ha avuto soprattutto da Leon (64% in attacco e 3 muri) mvp della Supercoppa e Solè (67% e 5 muri) un grandissimo contributo, oltre al decisivo e incisivo Plontskyi mentre nelle file dei marchigiani hanno brillato in particolare i centrali, con Simon che ha chiuso col 79% in attacco e Anzani col 67% con 4 muri mentre l’attacco è andato a corrente alternata, con Juantorena meno incisivo del solito (appena il 38% in attacco) e un Rychlicki che dopo una buona partenza si è spento rilevato da Hadrava. Decisiva anche la differenza a muro, con i perugini che si sono fatti preferire ai marchigiani. Sir che ha saputo cogliere l’attimo fuggente e portarsi a casa il primo trofeo della stagione 2020-21

lube-perugia-finale-supercoppa-27-325x217Squadre in campo con gli annunciate forfait di Diamantini nella Lube e Atanasijevic tra gli umbri. Un primo set in assoluto controllo di Civitanova per due terzi grazie ad una buona prova in tutti i fondamentali (70% in attacco), mentre Perugia si vede solo nel finale, ma la rimonta resta solo abbozzata. Aprono dai nove metri i cubani-rivali Leon e Juantorena. Civitanova si fa preferire e grazie al muro scava il pesante 6-1. Leal al servizio e Simon a muro allungano il vantaggio al 15-8. Heynen cerca risorse dalla panchina di Perugia e le trova.

lube-perugia-finale-supercoppa-11-325x217Grazie a Leon però la Sir arriva al minimo svantaggio (22-20) prima che la Lube vada a conquistarsi tre palle set, chiudendo alla seconda opportunità con Rychlicki. Secondo set completamente diverso, giocato punto a punto. Cresce Perugia, che si appoggia sul solito Leon (7 punti e 58%) e su Plotnytskyi al servizio. Il cubano-polacco della Sir firma il primo vantaggio della partita della sua squadra (8-9). Sempre Leon protagonista nel break che vale il 14-16, mentre Civitanova ha la forza di restare in gioco nell’equilibrio totale che regna, complice anche qualche errore di troppo delle due squadre. Ottimo anche l’impatto di Solè in questo parziale con 2 muri determinanti.

lube-perugia-finale-supercoppa-39-325x217Ancora Leon a dare il colpo di reni del 21-23 a cui replica però il ritrovato Simon che con due punti consecutivi rimette tutto in gioco. Finale deciso da due errori di Civitanova: prima del centrale cubano e poi di Rychlicki che spara fuori il pallone che riporta sull’1-1 la sfida. Terzo parziale che segna il sorpasso degli umbri. Un parziale simile al primo a parti però rovesciate. Sir che vola subito via sul 4-10 con una Lube in evidente affanno. Sprazzi biancorossi affidati a Rychlicki e Juantorena, ma dall’altra parte della rete c’è un Leon incontenibile (10 e 78%) ed un Solè puntuale. A strappi il gioco dei ragazzi di Fefè De Giorgi, capaci comunque di restare in scia almeno sino al 19-21 firmato dall’ace di Simon. E’ però illusorio il tentativo di rimonta dei cucinieri che sbattono ancora contro il muro e l’attacco di Leon che consegna a Ricci la palla che vale set e vantaggio nella partita.

lube-perugia-finale-supercoppa-12-325x217Lube in difficoltà in attacco, Perugia che invece è cresciuta dopo un avvio lento. Nel quarto si invertono i ruoli, con una Lube che torna a comandare il gioco ed una Sir che invece deve rincorrere. Civitanova trova risposte importanti al centro con Simon e soprattutto Anzani autentico mattatore del parziale con . Inerzia del set sempre in mano ai biancorossi che trovano ottime risposte anche dal neo entrato Hadrava, opposto che rileva un Rychlicki appannato. E’ proprio Hadrava a spezzare le chance di rimonta avversarie sul 21-17 prima che Anzani e capitan Juantorena decidano di arrivare all’ennesimo tie break tra le due squadre. Dove Civitanova sprofonda sotto 5-8 ma ha la forza di rialzarsi, tornare avanti 12-11 prima di subire il controsorpasso degli umbri che si vanno a conquistare due palle match: chiude il muro di Solè, tra i migliori dei suoi, su capitan Juantorena. Ma gli applausi vanno a tutti i protagonisti di questa grande finale. Vincitori e sconfitti.

lube-perugia-finale-supercoppa-37-325x217Il tabellino:

CIVITANOVA – PERUGIA 2-3 (25-22, 23-25, 19-25, 25-19, 14-16)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: De Cecco 1, Juantorena 12, Anzani 12, Rychlicki 11, Leal 17, Simon 14, Balaso (L), Kovar, Falaschi, Hadrava 5, Yant. NE.: Marchisio (L), Larizza.
All. De Giorgi.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: Leon 31, Ricci 6, Vernon Evans 7, Plontskyi 14, Solè 13, Travica 1, Colaci (L), Piccinelli, Ter Horst 6, Zimmerman, Sosseheimer. NE.: Biglino, Atanasijevic, Russo (L).
All. Heynen.

ARBITRI: Rapisarda e Goitre.

NOTE: spettatori 1237. Durata set: 29’, 31’, 30’, 27’, 25’, totale 142’. Lube: bs. 19, v. 5, m. 8, e. 29. Sir: bs. 25, v. 4, m. 12, e. 34.

 

 

 

lube-perugia-finale-supercoppa-1-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-9-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-10-650x433

 

 

lube-perugia-finale-supercoppa-13-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-14-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-15-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-16-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-17-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-18-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-19-650x433

 

lube-perugia-finale-supercoppa-21-650x616

lube-perugia-finale-supercoppa-22-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-23-530x650

lube-perugia-finale-supercoppa-24-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-25-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-26-650x433

 

lube-perugia-finale-supercoppa-28-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-29-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-30-650x433

 

lube-perugia-finale-supercoppa-32-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-33-650x433

lube-perugia-finale-supercoppa-34-650x608

lube-perugia-finale-supercoppa-35-458x650

lube-perugia-finale-supercoppa-36-448x650

lube-perugia-finale-supercoppa-38-402x650

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X