«Disinteresse su Palazzo ducale?
Città Verde s’informi meglio»

CIVITANOVA - L'assessore Ermanno Carassai: «Certe dichiarazioni denotano ancora una volta l’approssimazione con cui l’associazione si avvicina a numerose problematiche che interessano la cittadinanza»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Il sopralluogo a palazzo ducale

 

Palazzo ducale, la replica dell’assessore Ermanno Carassai a Città verde in merito al sopralluogo che insieme al sindaco e ai tecnici del condominio c’è stato nei giorni scorsi: «denota ancora una volta l’approssimazione con la quale l’associazione si avvicina a numerose problematiche che interessano la cittadinanza. L’associazione entra nel merito della vicenda senza conoscere le motivazioni dell’incontro che è stato promosso da tecnici incaricati dal condominio. Il sopralluogo è stato proposto per valutare e possibilmente concordare un probabile percorso tecnico e amministrativo da parte dei privati e della pubblica amministrazione. Da parte dell’amministrazione comunale c’era già stato interessamento e si erano svolti incontri con il precedente soprintendente ai Beni e alle attività culturali delle Marche per verificare la possibilità di eseguire interventi sostitutivi con sovvenzioni  statali. La problematica è di non facile soluzione e non si può certo affrontare con la superficialità che certi esponenti dimostrano di avere».

L’assessore Ermanno Carassai

Città Verde aveva detto che gli amministratori di Civitanova non avevano mai mostrato interesse per il recupero del palazzo ducale. Carassai continua dicendo che «Occorre conoscere le richieste da parte di alcuni privati di subentrare nella proprietà dell’immobile e le motivazioni del fallimento di tali trattative e soprattutto le attività poste in essere da questa Giunta prima di dare valutazioni». Secondo Carassai «Apostrofare come “qualche chiacchiera” gli incontri avuti precedentemente col soprintendente  ritengo che sia irriguardoso nei confronti di chi si è impegnato a verificare, a livello ministeriale, eventuali soluzioni. Amedeo Regini (esponente di Città Verde, ndr) può non conoscere lo stato dei fatti e avventurarsi in proposte cervellotiche al fine di cavalcare un malcontento alquanto diffuso nella cittadinanza, ma dovrebbe evitare di sminuire il lavoro di professionisti che invece hanno ben presente la questione e le difficoltà connesse. Da parte dei tecnici del condominio sono emerse delle proposte, a nostro avviso percorribili. Da parte dell’amministrazione è stata assicurata la massima disponibilità a trovare congiuntamente delle soluzioni al fine di arginare lo stato di degrado e di incuria».

 

«Palazzo Ducale, una società pubblico-privata per il recupero»

Sopralluogo a Palazzo Ducale «Servono soluzioni urgenti»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X