Discarica, Recanati e Montefano
si chiamano fuori:
«Non abbiamo siti idonei»

RIFIUTI - I sindaci dei due comuni presenteranno relazioni sulle macroaree che sono state individuate dalla Provincia nei loro territori per dimostrare che non sono adeguate ad ospitare l'impianto
- caricamento letture

discarica

 

«Recanati e Montefano non hanno aree idonee per ospitare la nuova discarica provinciale». Questo sostengono i sindaci dei due comuni che presto presenteranno alla Provincia la documentazione relativa alle macroaree che sono state indicate dall’ente come papabili per realizzare il nuovo impianto in vista del pensionamento per quello che è aperto a Cingoli. Nell’incontro convocato dal presidente della Provincia Antonio Pettinari sul proseguimento delle verifiche, su scala comunale, delle macroaree individuate potenzialmente idonee per la localizzazione del nuovo impianto di discarica dei rifiuti urbani, è stato illustrato e consegnato un documento da far redigere agli uffici tecnici comunali in grado di contenere tutti i vincoli e le tutele presenti su ciascuna macroarea tali da comportarne la totale o parziale inidoneità. Il sindaco di Recanati Antonio Bravi e la sindaca di Montefano Angela Barbieri interessati da un elevato numero di macroaree nei rispettivi territori, data la complessità e la corposità della relazione da redigere, hanno evidenziato la necessità di avere a disposizione tempi congrui per poter produrre gli elaborati tecnici completi «a dimostrazione della inidoneità delle aree evidenziate nei propri Comuni». Prossimo appuntamento in Provincia tra un mese circa per fare il punto sullo stato di avanzamento dei lavori sulla base dei documenti prodotti dai Comuni.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X