Marijuana, cocaina e hashish:
arrestato insospettabile 23enne

PORTO RECANATI - Il giovane, figlio di un politico locale, è stato fermato dai carabinieri mentre era in auto con altri quattro amici, oltre 40 i grammi di droga sequestrati. Questa mattina ha patteggiato 1 anno e 6 mesi, ed è tornato libero
- caricamento letture
carabinieri-porto-recanati-FDM-1-325x244

La caserma dei carabinieri di Porto Recanati

 

Quaranta grammi di marijuana, due di cocaina e altrettanti di hashish: arrestato per spaccio un 23enne. Si tratta di Leonardo Sampaolo, di Porto Recanati, un ragazzo di ottima famiglia (il padre è un esponente politico locale), insospettabile. Almeno fino a ieri. Nella città costiera il giovane è stato fermato nel corso di uno dei servizi di controllo messi in campo dai militari della locale stazione con il supporto dei colleghi della Squadra di intervento operativo del Sesto battaglione carabinieri Toscana che in questi mesi sono impiegati a Porto Recanati. Il giovane era a bordo di una Skoda Fabia con altri quattro amici. Lui e un altro sono stati trovati con la droga. In particolare Sampaolo aveva qualche grammo di droga, tra marijuana, hashish e cocaina, nascosto negli slip. I carabinieri hanno così deciso di proseguire con gli accertamenti con una perquisizione a casa del giovane, che vive con i genitori. Nella camera del 23enne i militari hanno trovato altra droga. In tutto, tra quella che aveva in auto e quella a casa, si tratta di 43 grammi di marijuana e circa due grammi di cocaina e altrettanti di hashish. È stato anche trovato un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi. Sampaolo è stato così arrestato e su disposizione del sostituto procuratore Rosanna Buccini, trasferito ai domiciliari. L’altro giovane, che era in auto con lui, coetaneo e sempre di Porto Recanati, è stato invece segnalato quale assuntore di stupefacenti: aveva una dose di cocaina di circa mezzo grammo appena acquistata per uso personale. Questa mattina si è svolta l’udienza di convalida dell’arresto di Sampaolo al tribunale di Macerata. L’udienza si è svolta davanti al giudice Barbara Cortegiano. Il 23enne, assistito dagli avvocati Emanuele Perugini e Laura Ricci, ha patteggiato 1 anno  6 mesi ed è tornato libero. L’accusa era sostenuta dal pm Francesca D’Arienzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =