«Serve il daspo urbano»,
la Lega contro le “baby gang”

PORTO RECANATI -Riccardo Marchetti ed Emanuela Addario dopo episodi di violenza avvenuti in città negli ultimi giorni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

WhatsApp-Image-2020-07-12-at-16.51.12-300x400

Matteo Salvini con Emanuela Addario, probabile nome in lista Lega per le elezioni regionali

 

«Piazza Brancondi non è il Bronx, ma il biglietto da visita del turismo locale». Sono le parole dell’onorevole Riccardo Augusto Marchetti, commissario della Lega Marche, e di Emanuela Addario, con ogni probabilità candidata alle regionali con la lista del Carroccio. «Pertanto serve il daspo urbano – continuano – per vietare l’accesso al centro a tutti coloro che infrangono le leggi, ed è anche necessario prevedere l’attivazione di un sistema di video sorveglianza. Siamo difatti costretti a denunciare le continue risse che avvengono tutti i fine settimana alla presenza delle tante famiglie che scelgono come meta di relax la cittadina rivierasca. Dopo l’aggressione con bottiglie e calci ai mezzi dei carabinieri a opera di un giovane extracomunitario avvenuta poco più di dieci giorni fa, la scorsa notte fruitori ed esercenti di attività commerciali della zona hanno assistito all’ennesimo episodio di regolamento di conti tra extracomunitari e altri giovani». «Queste baby gang – concludono Marchetti e Addario – hanno assediato la piazza e largo Porto Giulio, patrimonio storico portorecanatese, traformandolo in uno squallido ring. Nonostante il continuo impegno e presenza delle forze dell’ordine locali la situazione va sempre più degenerando. Chiediamo pertanto al sindaco di attivarsi con il Prefetto per ottenere il daspo urbano contro i malviventi e l’istituzione in quell’area di un sistema di video sorveglianza attualmente inesistente».

 

Semina il caos in piazza e tenta di aggredire i carabinieri: arrestato 37enne

A tu per tu con i ladri «Minacciati col piede di porco» (Foto/Video)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X