Centro Fiere di Villa Potenza
Il Comune sospende l’aggiudicazione
Ricorso della seconda classificata

MACERATA - Stop imprevisto per l'opera. Si tratterebbe di un atto dovuto rispetto ad alcune segnalazioni dell’impresa seconda classificata che ritiene non rispettate dal consorzio di imprese risultato vincitore alcune condizioni indicate nel bando
- caricamento letture
Centro-Fiere-Villa-Potenza_-rendering-Ingresso

Il nuovo centro fiere nei rendering forniti dall’amministrazione

 

«Centro fiere, 500 giorni per i lavori: Opere al via in primavera, il costo è di 13 milioni di euro»: sono passate poche settimane dall’annuncio della aggiudicazione provvisoria della gara dato dall’amministrazione comunale di Macerata ed arriva uno stop imprevisto rispetto al quale stavolta il Comune non ha reputato utile comunicare nulla. «Sospensione provvedimento di aggiudicazione» si legge nella determina del dirigente del servizio del Segretario generale che non dice nulla riguardo alle motivazioni salvo scrivere che l’allegato è sottratto alla pubblicazione per motivi di privacy. Secondo fonti ufficiose – il Comune appunto non ha comunicato nulla – si tratterebbe di un atto dovuto rispetto ad alcune segnalazioni dell’impresa seconda classificata che ritiene dal suo punto di vista non rispettate dal consorzio di imprese risultato vincitore alcune condizioni indicate dal Comune nel bando. Per questo motivo il Comune di Macerata ha ritenuto necessario sospendere l’aggiudicazione in attesa delle verifiche che saranno condotte dagli uffici tecnici preposti. Nel caso la verifica confermi la legittimità dell’azione svolta dalla commissione aggiudicatrice, il Comune andrà avanti con la procedura e con la consegna del cantiere. Diversamente si aprirebbe uno scenario tutto da valutare. Da capire anche quale potranno essere le determinazioni della ditta ricorrente e se vorrà ricorrere alle vie giudiziarie nel caso non giudichi soddisfacenti le risposte del Comune alle segnalazioni fatte per il bando milionario dei lavori del Centro fiere. «Un’opera pubblica «fondamentale per la città e per tutta la vallata del Potenza – aveva detto appena aggiudicata provvisoriamente la gara l’assessore all’Urbanistica Paola Casoni -, un finanziamento statale che abbiamo conquistato con un’idea progettuale innovativa». Tredici i milioni di investimento previsti per l’opera di riqualificazione del centro fiere di Villa Potenza, indicati 500 giorni di lavoro a partire dal giugno del 2020.

(redazione CM)

Centro fiere, 500 giorni per i lavori: «Opere al via in primavera, il costo è di 13 milioni di euro»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X