facebook twitter rss

Centro fiere, 500 giorni per i lavori:
«Opere al via in primavera,
il costo è di 13 milioni di euro»

MACERATA - La ristrutturazione del Foro Boario di Villa Potenza è in partenza. Ad annunciarlo è il Comune. Il sindaco Carancini: «Nuova vita per la vallata. Con il campus, il collegamento via Mattei-Corridonia e il futuro ospedale è uno dei 4 punti cardinali che cambieranno la città»
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
156 Condivisioni

Il progetto del centro fiere

 

Centro fiere di Villa Potenza da riqualificare, aggiudicati i lavori: partiranno in primavera. Si è conclusa l’ultima fase della gara europea per l’affidamento dell’intervento di riqualificazione del Foro Boario di Villa Potenza “Progetto Orti (occupazione, rigenerazione, territorio, innovazione). Un polo per l’innovazione e l’agrifood”. La procedura di gara era partita lo scorso luglio: è stata aggiudicata (come era stato anticipato nel corso dell’ultimo consiglio comunale) al raggruppamento d’imprese che fa capo alla Francucci srl (le altre ditte sono Development srl, Edilflorio srl, Pagano & Ascolillo spa, Prefabbricati Morri srl). Il costo dei lavori è di 13 milioni di euro e saranno realizzati con 500 giorni di lavoro, che partiranno il primavera, al termine della stagione fieristica, che si culmina con la Raci.

Il progetto, che riparte dalla tradizione fieristica del Centro Fiere, completamente risanato, aggiungendo altre funzioni integrate e complementari tra loro, si divide in varie parti e prevede innanzitutto la riqualificazione degli attuali due padiglioni centrali, che saranno potenziati per accessibilità, sicurezza, funzionalità e igiene. Lo spiega il Comune attraverso una nota stampa. Accanto alla bonifica delle coperture in amianto verrà data una nuova veste architettonica con rivestimento in vetro e acciaio. Tutta l’area verrà dotata di servizi di connettività avanzati. I due padiglioni saranno collegati tra loro, e con un terzo spazio contenente uffici, aule seminariali e didattiche.

Un’opera pubblica «fondamentale per la città e per tutta la vallata del Potenza – dice l’assessore all’Urbanistica Paola Casoni -, un finanziamento statale che abbiamo conquistato con un’idea progettuale innovativa e difeso ad ogni costo dal precedente governo Lega-5Stelle che voleva quei fondi dirottati altrove».

Paola Casoni e Romano Carancini nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale

«Abbiamo scelto che le risorse destinate dal bando periferie fossero rivolte a una delle più decisive potenzialità di crescita della nostra città: il centro fiere di Villa Potenza – dice il sindaco Romano Carancini –. Tredici milioni di investimento per 500 giorni di lavoro, a partire dal giugno del 2020, vuol dire la svolta per la  ripartenza di quella struttura così strategica per la città di Macerata. Le caratteristiche di questa rigenerazione urbana saranno in grado di motivare il territorio e gli operatori d’impresa riportando fiducia in una vallata – quella del Potenza – troppo spesso dimenticata. Abbiamo, infatti, convinzione che da questo intervento non solo ne trarrà giovamento la frazione di Villa Potenza, ma esso costituirà il punto di inizio della riscossa di un’intera vallata. Il campus scolastico Alighieri-Mestica, il collegamento viario via Mattei-Campogiano Corridonia, ed ora il centro fiere di Villa Potenza, senza pure considerare le risorse del futuro ospedale alla Pieve-Sforzacosta, segnano quattro punti cardinali per un investimento totale di circa 74 milioni di euro che cambieranno Macerata e un pezzo del territorio provinciale verso una crescita sostenibile e una migliore qualità di vita per la comunità».

Il progetto Orti punta a favorire lo sviluppo innovativo delle aziende esistenti e l’avvio di star up legate al comparto agricolo con la creazione di una piattaforma aperta dedicata ad aziende, associazioni e aspiranti imprenditori per raccogliere idee, modelli, processi, prodotti e servizi di innovazione nel settore agrifood. Inoltre l’idea è di creare una filiera a chilometro zero con vendita dei prodotti in locali destinati al commercio. All’interno del complesso principale sono previste aree per la vendita diretta di produzioni biologiche o di qualità, affiancandole a un’area di ristorazione a filiera corta e a “botteghe didattiche” a tema, con annessa foresteria polifunzionale. Parte del progetto anche l’autosufficienza energetica e poi l’area prevede la realizzazione di un’arena polivalente per concerti e spettacoli, la creazione di aree verdi polivalenti lungo la sponda del fiume Potenza e di un percorso pedonale con arrivo nell’area archeologica di Helvia Recina, punteggiato da pannelli che ne raccontino la storia, creando una forte connessione tra le due centralità. L’intervento, una riqualificazione a zero consumo di suolo e zero volumetria aggiunta, prevede oltre alla ristrutturazione dei padiglioni fieristici il completo rifacimento dell’edificio direzionale che diventa traino per l’intero centro: qui saranno ospitati oltre ai servizi propedeutici al polo fieristico, aule polifunzionali, sede delle associazioni di Protezione Civile, spazi espositivi, sale conferenze e manifestazioni, aree per il commercio e la ristorazione.

In Consiglio la protesta del Convitto Ospedale unico, passa la variante «Affidati i lavori al centro fiere»

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X