facebook twitter rss

Pamela Prati gate,
coinvolta la sorella di Perricciolo

TV - Ieri sera a Non è l'Arena, Massimo Giletti ha approfondito il caso del finto marito della nota soubrette. Tra i protagonisti Pamela Perricciolo, la cui famiglia vive a Civitanova . Il legale: «Non c’è nulla di giuridicamente rilevante»
lunedì 23 Settembre 2019 - Ore 17:24 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
29 Condivisioni

Pamela Perricciolo

 

Un uomo che non esiste, una diva della tv, due donne manager e tanti punti oscuri. È la vicenda del Pamela Prati gate, come è stato ribattezzato. Tra le persone coinvolte c’è Pamela Perricciolo, agente di Pamela Prati, una donna di cui tutta Italia parla da mesi anche per i rapporti tesi con la terza donna coinvolta, Eliana Michelazzo, sua ex socia. Pamela Perricciolo, che al momento abita a Porto San Giorgio, è di origini calabresi ma la sua famiglia vive a Civitanova. E’ la sorella di Salvatore Perricciolo (del tutto estraneo alla vicenda della Prati), condannato per i fatti della Mafia della movida, quella delle estorsioni ai locali notturni.

Pamela Prati ieri sera a Non è l’Arena con Massimo Giletti

Pamela Perricciolo da 20 anni ha una agenzia nel mondo dello spettacolo, a Roma. Sarebbe stata lei a dire alla Prati che voleva farle conoscere un uomo che pensava le sarebbe piaciuto. E’ a quel punto che sulla scena era entrato Mark Caltagirone che, in modo virtuale, era riuscito a conquistare la Prati. La storia era andata avanti per mesi, e ieri nel corso della trasmissione Non è l’arena, in onda su La7, se n’è riparlato (il caso era scoppiato lo scorso maggio) ed è stato anche intervistato un uomo che dice di aver interpretato proprio la parte di Mark Caltagirone. Nel corso della trasmissione di Massimo Giletti sono stati anche mostrati i messaggi che la Prati scambiava con l’uomo che credeva esistesse. In questa intricata vicenda entra Pamela Perricciolo, che è diventata protagonista dei salotti tv proprio in seguito alla vicenda della Prati. Il suo legale, Anna Indiveri, fa un po’ di chiarezza: «Le viene detto di aver creato una truffa mediatica inventando il marito di Pamela Prati, non ci sono questioni economiche sotto. E’ una questione di gossip falso ma di giuridico non c’è niente». Nessuna denuncia? «Per il fatto principale no, ci sono state tra Eliana Michelazzo (ex socia della Perricciolo) e la mia assistita che ha subito minacce e diffamazioni».

(redazione CM)

Mafia della movida, 18 condanne Pene per 135 anni di carcere



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X