Rimozione macerie, Sciapichetti:
«Stanno finendo le risorse»

SISMA - L'assessore regionale avvisa: «Se il Governo non rifinanzierà dovremo sospendere la raccolta». A disposizione c'erano 41 milioni di euro
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

Il deposito del Cosmari

 

«Stanno finendo le risorse disponibili per le macerie che ammontano a 41 milioni di euro, se il Governo non rifinanzierà nei prossimi giorni o settimane questa possibilità dovremo sospendere la raccolta». A dirlo Angelo Sciapichetti, assessore regionale alla Protezione civile, durante l’assemblea consiliare di ieri.

Angelo Sciapichetti

Sciapichetti è intervenuto in risposta all’interrogazione del Movimento 5 stelle che ha chiesto un approfondimento sulla gestione dopo l’arresto nel Piceno di un funzionario regionale e di un’imprenditrice accusati di corruzione e rivelazione di segreti d’ufficio proprio in merito allo smaltimento delle macerie. Sciapichetti non è entrato nel merito dell’inchiesta ma ha lanciato un allarme sulle risorse disponibili, puntualizzando che  «abbiamo raccolto finora circa 660mila tonnellate di macerie di cui il 99% riutilizzato: un esempio virtuoso come pochi di economia circolare. La raccolta continua regolarmente».

 

Macerie sisma, inchiesta per corruzione: funzionario e imprenditrice ai domiciliari

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X