Broker accusato di truffa e falso:
«Con la prescrizione
impedita assoluzione piena»

IN AULA - Il legale di Francesco Marziali: «Ricevuta la notizia della nullità delle fideiussioni, era stato il mio cliente a fare immediata denuncia al broker fiduciario della Finworld spa»
- caricamento letture
di-bonaventura-massimo

Massimo Di Bonaventura

 

Broker accusato di truffa e falso, il processo si è chiuso con la prescrizione. Il suo legale: «Con la prescrizione il mio assistito, Francesco Marziali (ex sindaco di Force), non ha potuto ottenere una sentenza di assoluzione piena». L’avvocato Massimo Di Bonaventura interviene dopo la conclusione del processo in cui il broker era imputato al tribunale di Macerata e dove questa settimana è stata dichiarata la prescrizione dei reati. Il legale spiega che Marziali «incaricato da alcune società per il rilascio di garanzie fideiussorie in favore di enti pubblici si è rivolto, all’epoca dei fatti, ad intermediari broker di sua fiducia che a sua volta hanno consegnato garanzie fideiussorie della FinWorld spa, tra le poche società ad essere iscritte nell’albo ex art. 107 LB e quindi autorizzate dalla Banca d’Italia ad emettere questo genere di contratti, oltre ad essere l’unica finanziaria accettata dagli enti». Il legale continua dicendo che «ricevuta la notizia della nullità delle fidejussioni, ha immediatamente denunciato per truffa il broker fiduciario della Finworld spa». Sul processo il legale prosegue dicendo che «occorre dire che la “prescrizione” non “salva” ma “impedisce” al procedimento penale di giungere a sentenza ed in tal caso ha impedito a Marziali di ottenere una sentenza di piena assoluzione. Fino a quando non c’è una sentenza penale passata in giudicato vige il noto principio di “presunzione di non colpevolezza”, che sembra da tutti essere dimenticato. Nel corso del processo penale la Banca d’Italia ha adottato un provvedimento di cancellazione della Finword spa e con la sentenza pubblicata il 30 aprile 2019 dal Consiglio di stato (02826/2019) si è posto in risalto, a giustificazione del provvedimento di cancellazione, come la società suddetta abbia emesso una fidejussione falsa. Quindi quando parliamo di “prescrizione” parliamo di un istituto che impedisce al processo di giungere alla sua naturale conclusione ed impedisce, come in questo caso, di ottenere una sentenza di assoluzione in favore di Marziali». la questione riguardava presunte false fideiussioni per milioni di euro con cui sarebbero stati truffati, tra il 2009 e il 2011, due comuni (Macerata e Treia) e diversi imprenditori.

 

Milioni di false fideiussioni, dal Piano casa ad un impianto fotovoltaico: tutto prescritto per il broker



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy