facebook twitter rss

Sisma, lavoratori precari:
«Necessario incontro in Regione»

SINDACATI - Il segretario generale della Cisl Luca Talevi e il responsabile Fp Cisl territorio di Macerata Alessandro Moretti chiedono che nessuno resti fuori dalla proroga
lunedì 31 Dicembre 2018 - Ore 12:56 - caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

 

 

«Viste le novità normative in materia di proroghe dei lavoratori precari (tecnici ed amministrativi) assunti per gestire la complicatissima fase della ricostruzione (circa 700 complessivamente nelle regioni colpite di cui oltre 400 nelle Marche) è necessario un incontro sindacale in Regione per fare il punto della situazione e verificare le modalità attuative della proroga». Ad annunciarlo il segretario generale Luca Talevi e il responsabile Fp Cisl territorio di Macerata Alessandro Moretti. «I sindacati chiederanno il monitoraggio e la verifica della situazione. Nessun precario deve rimanere fuori dalla proroga cosi come è necessario, grazie al tavolo sindacale, verificare tutte le possibilità normative e contrattuali per permettere ai lavoratori di superare la soglia dei 36 mesi massimo del rapporto di lavoro come tempi determinati – sottolineano nella nota – La fase della ricostruzione sarà inevitabilmente lunga e complicata e nessuna professionalità lavorativa può andare “dispersa”. La Cisl chiederà alla Regione e ai parlamentari marchigiani di attivarsi per prevedere la possibilità, nel prossimo triennio, di stabilizzare figure professionali operanti spesso all’interno di piccoli comuni che hanno difficoltà a indire concorsi pubblici ed a sostituire il personale che annualmente va in pensione».

Personale uffici sisma, dalla Regione nuove indicazioni: 38 lavoratori a rischio

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons
X