Comportamento antisindacale,
condannata la Camera di commercio

MACERATA - Il giudice del lavoro ha riconosciuto le istanze di Cisl e Cgil che lamentavano la modifica unilaterale sugli straordinari
- caricamento letture

 

camera-di-commercio

 

Camera di commercio di Macerata condannata per condotta antisindacale. La sezione lavoro del Tribunale di Macerata ha condannato l’ente che era stato citato dalla Cisl Fp e dalla Cgil Fp che lamentavano modifiche unilaterali sugli straordinari. Il giudice Maika Marini lo scorso 23 novembre (ma la notizia si è appresa oggi) ha condannato la Camera di commercio riconoscendo vi sia stata una condotta antisindacale, legata in particolare ad un ordine di servizio dell’ente dello scorso 9 gennaio. La Camera di commercio, dice il giudice, «ha innalzato il limite individuale del monte ore di straordinario e ha stabilito il numero di ore di straordinario individuale da far confluire nel conto individuale della banca ore al di fuori delle procedure di contrattazione decentrata integrativa». Il giudice ha condannato l’ente a rifondere ai sindacati le spese legali e a rimuovere gli effetti della condotta «innanzitutto revocando l’ordine di servizio contestato» scrivono i sindacati che sono stati assistiti dagli avvocati Diomede Pantaleoni e Paola Medori. Soddisfatti per la sentenza i segretari di Cisl Fp Alessandro Moretti e Cisl Luca Talevi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X