Sibillini: strada “Pian Perduto”,
stop del Parco al cantiere

CASTELSANTANGELO - L'ente diretto da Carlo Bifulco ferma i lavori della via che collega Marche e Umbria per motivi paesaggistici. Falcucci: «Scelta inaccettabile di fronte ad un dramma epocale come il terremoto»
- caricamento letture
ussita6-325x243

Sp 136 (foto Anas)

 

Stop all’installazione del cantiere e del campo base temporaneo per maestranze per i lavori di ripristino della Sp 136 “Pian Perduto” tra Marche e Umbria, unico collegamento tra la provincia di Macerata e Castelluccio di Norcia nel cuore del Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Secondo il direttore dell’ente Parco, l’area scelta è di rilevante valore paesaggistico e ambientale in base al piano del Parco e quindi le aree di cantiere ed eventuale campo base, che per altro sono temporanee, vanno individuate lungo il tratto stradale senza occupazione di nuove aree. Il diniego dell’ente fa andare su tutte le furie il sindaco di Castelsantangelo sul Nera Mauro Falcucci, che teme ulteriori ritardi o addirittura la paralisi nell’avvio dei lavori dell’Anas, che sta curando il ripristino della viabilità nelle zone terremotate. «Non è accettabile un comportamento del genere di fronte ad un dramma epocale come il terremoto».

 

Festa Madonna della Cona, in arrivo riapertura provvisoria della provinciale del Pian Perduto

Sisma, l’allarme di Falcucci: «E’ tutto fermo e la ricostruzione è al palo»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X