Gi&E, 20mila euro per chi si licenzia

PORTO RECANATI - Firmato l'accordo tra la famiglia Ghergo e le rappresentanze sindacali dopo la votazione dei lavoratori. Rimangono comunque 50 esuberi da sanare. Cassa integrazione straordinaria fino a maggio 2018
- caricamento letture
giE-1-325x183

I lavoratori della Gi&E davanti ai cancelli dell’azienda

 

di Emanuela Addario

Approvato questa mattina negli uffici di Confindustria di Ancona l’accordo tra Gi.E e rappresentanze sindacali dopo la votazione dei lavoratori che hanno approvato con 78 voti a favore e 32 contrari il concordato con la proprietà. A presentarsi davanti ai cancelli dell’azienda di Porto Recanati per esprimere il proprio voto in 110 su 170 lavoratori. Oggi avrebbe dovuto essere ufficializzato il fallimento della trattativa portata avanti dai sindacalisti e che aveva visto i lavoratori incrociare le braccia per quasi 10 giorni. L’ultima assemblea, svoltasi fuori i cancelli dello stabilimento di Porto Recanati giovedì scorso (27 aprile), non prometteva nulla di buono ma già si parlava di lettere di licenziamenti pronte. L’accordo siglato stamattina invece esclude l’automatismo della procedura di licenziamento per gli esuberi che rimangono comunque fissati in 50. Per chi intende licenziarsi subito l’azienda ha messo sul tavolo un incentivo di 20 mila euro, con decurtazione di 400 euro per ogni mese che passa. Cassa integrazione straordinaria da oggi a maggio 2018 e corsi di riqualificazione sui quali i sindacati vigileranno contro ogni discriminazione.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X
		Tolentino = 
Civitanova = 
Elezioni =