Febbre D’Alessio:
migliaia di maceratesi a letto
con la Tatangelo

CRONACHE MARZIANE (puntata 22) - Commenti ironici alle notizie pubblicate negli ultimi giorni. La compagna del Gigi nazionale è stata salvata dal medico sindaco Tommaso Corvatta
- caricamento letture
prove-generali-capodanno-gigi-dalessio-anna-tatangelo-civitanova-FDM-3-400x267

Gigi D’Alessio e Anna Tatangelo

 

di Penardo Giorgi 

«Andiamo a vedere Gigi D’Alessio a Capodanno?». «No, ho la febbre». L’epidemia di scuse per non andare a Civitanova ha contagiato la provincia negli ultimi giorni. Tanti i maceratesi che sono dovuti rimanere a casa per restare fedeli alla bugia detta e salvaguardare la propria coscienza musicale dai mega ospiti del Gigi nazionale, tra cui Raf, Chiara Grispo e Sergione di Amici. La stessa Anna Tatangelo, moglie di Gigi, era rimasta a letto con la febbre prima dello show. L’intervento del medico sindaco Tommaso Corvatta ha scongiurato il peggio e la donna non è rimasta sotto le coperte con il resto della provincia.

febbreUna festa di San Silvestro iniziata molto prima del 31 dicembre in città. Le attrezzature per l’allestimento del mega palco sono arrivate davanti palazzo Sforza già qualche giorno prima del concerto. I tecnici sono stati al lavoro anche di notte per montare l’impianto audio, le luci e il seno della Tatangelo. Sicurezza al top, ma le barriere di cemento installate dalle forze dell’ordine per proteggere il pubblico non hanno funzionato. In molti infatti giurano che Raf sia comunque riuscito a salire sul palco. Anche il mondo animale non è rimasto indifferente a Gigi&Friends. Nelle ultime ore, cinque delfini sono arrivati a Civitanova attirati dai versi striduli provenienti dalla piazza. I virtuosi animali se ne sono andati poco dopo, delusi dall’assenza di Loredana Bertè. E se anche i cani, per la disperazione, hanno fatto esplodere qualche botto per essere più motivati e lasciare le proprie case a Civitanova, il concerto di Gigi è riuscito comunque a fare del bene e racimolare ben 300mila euro di fondi per i terremotati del centro Italia. Un’iniziativa che, si dice, sembra aver attirato anche le attenzioni degli U2. A questo proposito Bono Vox ha infatti recentemente dichiarato che «se a Citanò hanno raccolto 300mila euro con Michele Zarrillo, un capodanno 2018 con noi eliminerebbe la fame in Africa».

 

 

tatangelo

L’articolo di Cronache Maceratesi

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X