Dopo le accuse di Cerolini,
la procura apre un fascicolo

CIVITANOVA - Il patron rossoblù aveva detto che persone che indagano su di lui avrebbero commesso fatti gravi. Le indagini sono state delegate alle Fiamme gialle di Ancona e alla questura di Macerata. L'inchiesta dovrebbe concludersi entro un brevissimo arco di tempo
- caricamento letture
Giuseppe Cerolini

Giuseppe Cerolini

 

Il patron della Civitanovese Giuseppe Cerolini, aveva dichiarato che alcune persone – non della procura – che indagano su di lui avrebbero avuto comportamenti che aveva definito «gravi» (leggi l’articolo). Qualcuno, non Cerolini, aveva anche presentato un esposto, circa un mese fa, al commissariato di Manfredonia e in seguito a quello la procura di Macerata ha aperto un fascicolo ipotizzando reati contro la pubblica amministrazione. Il procuratore di Macerata ha delegato le indagini alla guardia di finanza di Ancona e alla questura di Macerata. La procura intende chiudere le indagini entro un brevissimo lasso di tempo. Cerolini aveva parlato di fatti gravi di cui era venuto a conoscenza, avvenuti fuori dalla nostra provincia, e che avrebbero commesso persone che indagavano su di lui.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X