Debacle comunali, Comi sotto accusa:
“Pd lacerato da chi ostacola il cambiamento”

Duro attacco degli ex candidati alle regionali Teresa Lambertucci e Alessandro Biagiola al segretario regionale e a quello provinciale Settimio Novelli: "In pericolo la capacità di esprimere un candidato per il governo della nuova Provincia"
- caricamento letture
lambertucci

L’ex segretario provinciale del Pd Teresa Lambertucci

«Le elezioni comunali consegnano al Pd un bottino molto magro che e metterà in pericolo la capacità del maceratese di rivendicare una centralità territoriale nel governo dei principali temi regionali e di esprimere un proprio uomo al governo della nuova Provincia (intempestivamente e inopportunamente annunciata dal segretario Settimio Novelli a pochi giorni dalle amministrative)». Comunali, l’ex segretario provinciale Teresa Lambertucci e l’ex assessore all’Ambiente Alessandro Biagiola bacchettano la i vertici di partito all’indomani della debacle che fa rimpiangere “le vacche grasse” dell’elezioni 2014. Con la perdita di San Severino e Porto Recanati e la mancata conquista di Castelraimondo e Morrovalle, sommate alle passate sconfitte di Tolentino e Potenza Picena il quadro del partito governato a livello provinciale da Settimio Novelli «è ritornato in bilico» sentenziano Lambertucci e Biagiola.

Alessandro Biagiola

L’ex assessore provinciale all’Ambiente Alessandro Biagiola

«Quello che più  preoccupa – continuano – è la capacità del partito provinciale (e regionale) di essere organismo propulsore delle riforme fatte dal governo Renzi e di essere interprete della battaglia per il sì al referendum costituzionale di ottobre. Negli ultimi mesi abbiamo visto una pressoché totale assenza del partito provinciale sui temi di politica nazionale, preoccupato a tutto tondo a portare avanti i principali obiettivi per i quali un anno fa si era dato vita alla segreteria Novelli, ossia quello di “garantire l’unità del partito” e ridare “slancio ai circoli”. Questi erano i mantra che il segretario regionale Francesco Comi poneva come obiettivi della sua rinnovata segreteria regionale e questi erano gli obiettivi contenuti nella relazione programmatica del segretario provinciale Settimio Novelli. Ad un anno di distanza le elezioni di domenica consegnano il quadro di un partito fortemente lacerato da lotte intestine, volute e rappresentate da chi ostacola il cambiamento e continua a rivendicare rendite di posizione che diventano sempre meno comprensibili all’elettorato».

comi novelli

I segretari regionale e provinciale Francesco Comi e Settimio Novelli

Uno scacchiere, quello del territorio, dove i democratici stanno perdendo pedine e peso politico: «Così capita – sottolineano gli ex candidati alle regionali 2015 – che il Pd di Porto Recanati lacerato dalle diverse posizioni sul Burchio e sulla fine ingloriosa dell’amministrazione Montali si autocondanni all’isolamento al grido del “mai con Riccetti, ma neanche con la Ubaldi”. Che il Pd di Morrovalle si affretti a nascondere la polvere sotto il tappeto delle polemiche post-comunali 2011 e post-regionali 2015 per ricandidare un ex sindaco che non viene riconosciuto come proposta di rinnovamento dal corpo elettorale. Che il Pd di San Severino si affidi ad un candidato sindaco ex Forza Italia per mascherare le debolezze derivanti dalla propria incapacità di trovare un progetto di governo e di alleanze per una città governata da 10 anni». Quindi la sferzata al segretario regionale Comi: «Adesso avanti con il prossimo mantra: “restyling dei circoli” , che lascia preludere a commissariamenti e lanciafiamme con i quali il segretario regionale si avventerà nei prossimi mesi sul territorio in vista del referendum di ottobre, a suo dire, ma maliziosamente potremmo anche aggiungere in vista delle prossime politiche del 2018, che il nostro segretario non pare affatto voler perdere di vista».

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X