Bianchi sulle aziende speciali:
“Difficile la fusione”

MACERATA - Il presidente della Camera di commercio critica l'accorpamento degli spin off dedicati all'internazionalizzazione: "Svolgono servizi diversi, alcuni con propri dipendenti. Occorre decidere chi paga chi e cosa"
- caricamento letture
Il presidente della Camera di Commercio, Giuliano Bianchi

Il presidente della Camera di Commercio, Giuliano Bianchi

 

Fusione delle Camere di commercio, il presidente dell’ente maceratese Giuliano Bianchi porta avanti la sua battaglia contro la camera unica regionale in attesa di conoscere la volontà della giunta guidata da Luca Ceriscioli. Oltre alle contraddizioni già rilevate a livello tecnico e amministrativo (leggi l’articolo) Bianchi, torna all’attacco criticando anche la fusione delle aziende speciali: «L’intesa iniziale era quella di procedere prima ad unificare le cinque aziende speciali per l’internazionalizzazione. Ma anche qui siamo di fronte a realtà che svolgono, pur nello stesso ambito, servizi diversi, con aziende speciali che per questo scopo operano esclusivamente con le forze camerali ed altre che hanno diversi dipendenti. E’ difficile mettere insieme queste realtà così variegate, anche perché chi non ha dipendenti sicuramente farà meno servizi di chi ne ha diversi. Si tratta di decidere, rispetto alle cinque realtà ora esistenti, come ci si “ricompone” e chi paga chi e cosa».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X