facebook twitter rss

Treni in sosta in stazione, i residenti:
“Rumore assordante,
serve una soluzione”

MACERATA - I vecchi convogli e i nuovi Swing provocano forti disagi a chi abita di fronte alla stazione in via Urbino: "Con l'apertura del terzo binario e l'aumento delle tratte aumentano anche il frastuono e la puzza. Se andiamo avanti così ci viene l'esaurimento, non ne possiamo più" - VIDEO
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
527 Condivisioni
Treno stazione macerata

Clicca per guardare il video

Treno stazione macerata (4)

Un treno in sosta sul terzo binario

 

di Erika Mariniello

GUARDA IL VIDEO

Un rumore assordante ad ogni ora del giorno a partire dalla mattina presto quando, alle 5,10, dalla stazione di Macerata parte il primo treno. Rumore forte e puzza insopportabile quando sui binari sostano i vecchi convogli. Disagi denunciati dai cittadini che abitano di fronte, in via Urbino e dopo aver cercato in tutti i modi una spiegazione, chiedono che venga risolta la situazione e fatta chiarezza sul perché i treni rimangano accesi e parcheggiati per ore prima di ogni corsa.

macerata via urbino treni stazione_Foto LB (1)

Via Urbino a Macerata (Foto di Lucrezia Benfatto)

«La nostra non vuole essere una polemica, ma una richiesta di aiuto. – dice Letizia Sciarra, residente in via Urbino da 12 anni – Abbiamo chiesto spiegazioni al personale di servizio, ai capotreni, agli autisti, ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta sul perché di questo rumore assordante. Ho acquistato casa prima che venisse aperto il terzo binario, prima passavano molti meno treni e soprattutto sostavano più lontani dalle abitazioni, ora stanno fermi con il motore acceso per ore e il rumore è insopportabile, la situazione è davvero insostenibile. Si lamentano tutti quelli che abitano qui, ma poi nessuno fa niente di concreto. Va trovata assolutamente una soluzione». Sono in tanti a lamentarsi, un piccolo gruppo di residenti ci mette la faccia e, stanco di aspettare risposte che non arrivano mai, lancia un appello.


Treno stazione macerata (3)«Quest’estate è stato un incubo, per il rumore e la puzza abbiamo dovuto tenere sempre le finestre chiuse, pensate con il caldo torrido che ha fatto – incalza Letizia Salvatori, abitante di via Urbino dal 2003 – Una situazione difficile da spiegare anche alle bambine che si lamentano e continuano a chiedermi il perché di questo fastidioso suono.


Treno stazione macerata (2)Chiediamo che i treni possano sostare altrove, non davanti ai palazzi, che vengano messe delle barriere frangisuono, tanto non è che ci rovinano il panorama».
Barriere antirumore, motori spenti durante la sosta dei treni, in via Urbino si cercano soluzioni per risolvere un problema che ormai va avanti da mesi. «Anche io non sopporto più questo rumore – dice Elena Giannini, residente – concordo pienamente con quanto detto da Letizia, abbiamo chiesto in stazione come fare per segnalare questo disagio, ma più che darci un foglio da compilare per il reclamo non hanno fatto». Passano i giorni, i treni, aumentano le corse e in alcuni casi come è accaduto per il nuovo convoglio regionale “Swing” che fa ancora più rumore degli altri, ma non migliorano le condizioni di chi abita vicino alla stazione. «Se andiamo avanti così ci viene l’esaurimento – aggiunge Letizia Salvatori – non se ne può davvero più».

macerata via urbino treni stazione_Foto LB (1)

(Foto di Lucrezia Benfatto)

macerata via urbino treni stazione_Foto LB (1)

(Foto di Lucrezia Benfatto)

TRENO110

Sostieni Cronache Maceratesi

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane i giornalisti di Cronache Maceratesi lavorano senza sosta, per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e gratuiti sulla emergenza Coronavirus. In questa situazione Cm impiega tutte le sue forze, dando lavoro a tanti giovani, senza ricevere un euro di finanziamenti pubblici destinati all’editoria. Riteniamo che in questo momento l’informazione sia fondamentale perciò la nostra redazione continua a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. Ma, vista la situazione attuale, sono inevitabilmente diminuiti i contratti pubblicitari che ci hanno consentito in più di undici anni di attività di dare il meglio.
Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se sei uno dei 90mila che ci leggono tutti i giorni (sono circa 800mila le visualizzazioni giornaliere), ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Per il Bonifico Bancario inserisci come causale "erogazione liberale"
IBAN: IT49R0311113405000000004597 - CODICE SWIFT: BLOPIT22
Banca: UBI Banca S.p.A - Intestatario: CM Comunicazione S.r.l


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X