Notte di follia a Civitanova,
due uomini pestati in strada

ALLARME SICUREZZA - Un 30enne è stato brutalmente percosso da tre stranieri che come lui avevano trascorso la serata alla discoteca Shada, ora è ricoverato con il fegato spappolato. Un giovane, mentre passava davanti al noto locale, è stato colpito con un pugno da uno sconosciuto
- caricamento letture
Il bar La Parigina

Davanti al bar La Parigina è avvenuta l’aggressione

carabinieri 95di Laura Boccanera

Aggredito dopo aver trascorso la serata alla discoteca Shada di Civitanova, un 30enne è stato massacrato di botte da tre persone straniere che come lui erano state nel noto locale e ora è ricoverato all’ospedale di Civitanova con costole rotte, fegato spappolato, tumefazioni al volto. Una aggressione avvenuta alle 5,38 di questa mattina, al bar La Parigina di vicolo Barboni, dove il 30enne, L. C., operaio, era andato insieme a due amici dopo una serata in discoteca. Nello stesso bar c’erano anche i tre stranieri. All’origine della rissa futili motivi: secondo quanto è in fase di ricostruzione in queste ore da parte degli inquirenti pare che i due civitanovesi avessero lasciato auto e biciclette parcheggiate in vicolo Barboni e che i tre stranieri (secondo alcuni testimoni di nazionalità marocchina) avessero iniziato a prendere a calci le bici danneggiandole. Per questo sono volate dapprima parole grosse e poi i tre hanno preso a calci e pugni il trentenne fino a ridurlo in una maschera di sangue. Il bar a quell’ora era già chiuso al pubblico, ma all’interno c’era ancora il proprietario che ha allertato forze dell’ordine e soccorsi. L’uomo questa mattina è stato soccorso dalla Croce Verde di Civitanova che lo ha trovato seduto all’interno del bar in stato confusionale. Secondo alcune testimonianze pare che i tre marocchini intorno alle 23 avevano già fatto tappa al bar e i loro volti potrebbero essere rimasti impressi sulle immagini del sistema di videosorveglianza del locale che sono state fornite ai militari per le indagini. Il 30enne frequentava di tanto in tanto il bar con alcuni suoi amici, avventori assidui e la titolare riferisce che il civitanovese non ha mai avuto problemi, “è un ragazzo tranquillo come tanti, stanotte qui c’era mio marito, ha allertato lui i soccorsi quando ha visto la scena” – ha detto. Sull’episodio indagano i carabinieri.

Ma la notte violenta vissuta a Civitanova non si è conclusa con questa sola aggressione. Nelle prime ore del mattino un giovane, straniero, che vive a Jesi, stava passeggiando insieme alla fidanzata con cui era stato ad una festa insieme con i parenti della sua compagna. L’uomo, sul lungomare sud, anche in questo caso all’altezza della discoteca Shada, si è sentito toccare da qualcuno che gli era alle spalle e che voleva richiamarne l’attenzione. Il giovane si è voltato e quando lo ha fatto è stato colpito con un pugno diretto al volto. Non sono chiari i motivi del gesto folle. Sul posto è intervenuta la Croce verde di Civitanova che ha soccorso il giovane e lo ha trasportato al pronto soccorso di Civitanova.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X