Danni dei cinghiali,
automobilisti pignorano Regione

FAUNA PERICOLOSA - Diverse le cause perse dall'ente, condannato a risarcire decine di migliaia di euro per incidenti avvenuti nella nostra provincia. Ma dopo molti mesi non ha pagato. Ora sono in arrivo le ingiunzioni da parte dei legali
- caricamento letture

cinghiale 22Incidenti con i cinghiali, cause perse, Regione condannata a risarcire ma dopo le sentenze passate in giudicato l’ente non paga. Ora i legali di alcuni degli automobilisti della nostra provincia che hanno avuto l’auto danneggiata per via di cinghiali che hanno attraversato la strada all’improvviso, sono pronti ad avviare le richieste di pignoramenti alla Regione, l’ente è responsabile della fauna selvatica. I casi di cinghiali, e a volte caprioli, che attraversano la strada e vengono investiti dalle auto sono diversi nelle Marche. E diverse decine sarebbero le persone che, vinta la causa davanti al giudice di pace, poi passata in giudicato, attendono di ottenere un risarcimento dalla Regione. Ma «Il Pf caccia, l’ufficio preposto a tali pagamenti, non ha i soldi,  è la motivazione addotta dai funzionari regionali e così si rinvia ormai da mesi il pagamento dei numerosi risarcimenti a cui la Regione è stata da tempo condannata» scrivono gli avvocati Piero Piersimoni e Marco Belli che seguono diversi automobilisti che hanno vinto le cause e ora attendono risarcimenti.

L'avvocato Piero Piersimoni

L’avvocato Piero Piersimoni

«Eppure la Regione ha già una norma molto favorevole che le consente di pagare dopo 120 giorni (a differenza dei cittadini che invece devono pagare subito tutte le scadenze) ma anche tale termine è scaduto ormai da tempo, cioè da circa altri 120 giorni.  Non ci resta che procedere con l’esecuzione forzata» proseguono Belli e Piersimoni. Il risarcimento, per i clienti dei due legali, è di alcune decine di migliaia di euro. In media ogni causa comporta un risarcimento, che l’ente deve pagare, che si aggira sui 4-5mila euro. In regione sarebbero decine i casi di persone che da mesi attendono di ottenere i soldi dall’ente.

(Gian. Gin.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X