L’attaccante Bartolini alla Maceratese:
“Col Campobasso dimentichiamo la gara d’andata”

SERIE D - L'attaccante biancorosso invita i suoi a non ricordare il 3-0 inflitto ai molisani e avverte: "Stiamo vivendo un sogno, ma finchè non sarà la matematica a dare certezze, non vogliamo mollare di un centimetro"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Bartolini

L’attaccante della Maceratese Davide Bartolini

Se da una parte c’è ancora il ricordo di quella che per tanti è stata la “gara perfetta” della Maceratese, il 3-0 dell’andata contro il Campobasso, un girone più tardi, in casa biancorossa l’intenzione è di dimenticare quel che è stato per concentrarsi esclusivamente su ciò che è ancora da fare. E’ di quest’idea anche l’attaccante Davide Bartolini, a segno proprio contro i molisani, ma deciso a scendere in campo domenica con la consapevolezza di voler allungare la striscia positiva e guardare dritto alla meta. Il Campobasso, reduce dal successo infrasettimanale nella gara di recupero col Matelica (1-0 il finale) si è rilanciato in chiave play off e davanti al proprio pubblico vorrà dare prova d’orgoglio, per riscattarsi da quella che fu la gara d’andata contro la capolista.

Bartolini, che Campobasso si aspetta?

“Sappiamo che sarà una partita difficile. Loro hanno i giusti stimoli per tentare lo sgambetto alla Maceratese, capolista e imbattuta, ma da parte nostra non ci saranno esitazioni. Andremo a Campobasso con il chiaro intento di dare tutto. Ci siamo allenati bene in settimana e ci faremo trovare pronti. Siamo pronti a giocarcela fino in fondo”.

In questo clima che accompagna al finale di stagione, quali sono le sue sensazioni?

“Sarà una gara insidiosa anche perché arrivati a questo punto è innegabile che tutti vogliano provare a metterci i bastoni tra le ruote o provare a batterci visto che stiamo prolungando la striscia positiva ormai da inizio stagione. D’altra parte noi, però, abbiamo i nostri obiettivi e li perseguiremo fino a quando la matematica non ci dirà che li abbiamo raggiunti”.

Dopo il 3-1 in rimonta sulla Vis Pesaro, mister Magi ha sottolineato l’esigenza di migliorare sotto l’aspetto del gioco, non apparso troppo brillante. Lei come vede la Maceratese?

“La Maceratese attuale è ok. E’ difficile farsi trovare pronti ad ogni appuntamento e, seppure inconsciamente capita di scendere in campo meno concentrati del solito, anche se non meno motivati. Contro squadre non quotatissime, magari pensi che puoi venire a capo della situazione in ogni caso e così viene a mancare qualcosa sotto l’aspetto del gioco. Penso, però, che debba essere solo una cosa passeggera e già da domenica con una squadra blasonata come il Campobasso gli stimoli vengono da sè. Ho fiducia in tutti i miei compagni e nel mister capace di tenerci sempre sull’attenti. Disputeremo una grande partita”.

Per l’obiettivo che non si nomina?

“Finché la matematica non ci darà certezze martelleremo. Stiamo vivendo un grande sogno, una gioia da assaporare giornata dopo giornata. È sempre più bello, man mano che i turni si susseguono. E’ altrettanto innegabile, però, che basta lasciare pochi punti per strada per sciupare tutto e tornare al punto di partenza. È questione di un attimo. E noi non vogliamo concederci pause”.

(Sa. San.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X