Civitanovese nel caos, patron Patitucci
“Valuto la cessione della società”

LO SFOGO - Il presidente rossoblu se la prende con la tifoseria: "Siamo di fronte a problemi seri, aspetto segnali per decidere la strada da intraprendere. Dopo le ignobili accuse dei tifosi ho chiesto al DG Bresciani e al DS Muscariello le loro dimissioni immediate. Il responsabile sono io"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
Il presidente Patitucci nel giorno della presentazione della Civitanovese

Il presidente Patitucci nel giorno della presentazione della Civitanovese

di Maikol Di Stefano

Il day after in casa Civitanovese lascia a tifosi e appassionati l’amaro in bocca. Ieri, facendo un piccolo passo indietro, i rossoblu sono usciti sconfitti dalla gara interna con il Chieti (leggi l’articolo). Una prestazione scialba quella della squadra di mister Mecomonaco, che in conferenza stampa, non le ha poi mandate a dire. In serata poi, sui canali ufficiali della società è arrivata la lettera del presidente Luciano Patitucci. “Mi rivolgo a tutti i tifosi, ai cittadini di Civitanova, agli appassionati dei colori rossoblù, ma anche ai dirigenti, ai giocatori, ai tecnici ed agli addetti ai lavori della FC Civitanovese 1919. – Scrive di proprio pugno il presidente – Che siamo di fronte a problemi seri non vi è dubbio. Forse la mia prima colpa è stata non aver seguito adeguatamente ed in profondità tutte le questioni societarie, non ritenendo che alcune di esse fossero così gravi e richiedessero un intervento più diretto ed immediato da parte mia. Essere però così bersagliati, offesi e vilipesi dai propri tifosi, quando si è ancora quarti in classifica e con un lavoro fatto sin qui di tutto rispetto da parte di tutti, lo trovo assurdo“.

Il ds della Civitanovese Muscariello e il presidente Patitucci

Il ds della Civitanovese Muscariello e il presidente Patitucci

Le vicissitudini societarie, nelle ultime settimane hanno minato anche il lato sportivo, con due pareggi e tre sconfitte nelle ultime cinque gare. Una situazione, questa, che ha portato parte della tifoseria a dubitare della nuova gestione. Dubbi e insinuazioni che a loro volta, stanno portando Patitucci e gli altri a perdere la pazienza. “Non posso tollerare però, che nonostante io esborsi di decine di migliaia di euro e nonostante l’impegno massimo profuso da tutti indistintamente, qualcuno tra i tifosi e la città pensi che si stia commettendo intenzionalmente qualcosa di errato per far del male alla Civitanovese. -prosegue nella propria lettera il numero uno rossoblu – Vorrei ricordare signori, che non portare a termine questo percorso non significa per me solo una grave perdita economica, ma un fallimento personale e conseguenze gravi per tutte le mie aziende. Ora siamo tutti ad un bivio, e aspetto i segnali di voi tutti per decidere la direzione da prendere. Se cedere domani stesso l’azienda a nuovi soci interessati, oppure invece rivedere tutto quello che non va e gestire la società in maniera aperta con tutti voi, ed io sarei pronto a richiede la collaborazione di chiunque abbia la buona volontà di mettere a disposizione della società la propria professionalità”. Offese ricevute dalla dirigenza rossoblu, che hanno portato il presidente Patitucci a richiedere le dimissioni del DG Bresciani e del DS Muscariello. “Per queste gravi offese, e atteggiamenti deplorevoli che mi sono state riportate oggi durante e dopo la partita, ho pregato i miei più diretti collaboratori Giorgio Bresciani e Daniele Muscariello, di dimettersi immediatamente dall’incarico rispettivamente di Direttore Generale e Direttore Sportivo, perché ritengo ignobile che per mia colpa debbano subire ingiurie di tal genere, dopo aver senza dubbio costruito una grande squadra, con tutti gli errori che si possono commettere e che chiunque fa qualcosa commette. Solo chi non fa nulla non sbaglia mai. Offendere loro o chiunque dei miei collaboratori, lo ripeto, significa offendere me, e di questo mi dispiace, ma accetto come sempre critiche e offese se poste direttamente alla mia persona. Io non ho mai negato il contatto diretto a nessuno, e sono con la coscienza pulita di aver fatto e pronto a fare tutto il massimo possibile per risanare questa gloriosa società. Vi rimando quindi la scelta, e mi rivolgo a tutti indistintamente”. Il futuro della Civitanovese, resta quindi oggi alquanto incerto, il tutto è rimandato ai prossimi giorni. “In settimana organizzerò un incontro con tutti voi, con chiunque mi voglia parlare ed incontrare. Se la maggior parte di voi riterrà che la mia persona non meriti fiducia e collaborazione, non avete che da comunicarmelo: sono pronto anche a lasciare la società rimettendoci tutto il denaro sin qui investito. Questo dovrebbe far comprendere ad ognuno di voi come e quanto tengo al buon esito di questo progetto”. Staremo a vedere, se tornerà il sereno sul mondo rossoblu.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X