Per il Pdl il bilancio comunale
“documenta il nulla”

MACERATA - "Alla vigilia della discussione in Consiglio non abbiamo ancora i dati degli investimenti". Castiglioni: "La piscina non c'è ma ci sara sicuramente l'impianto di trigenerazione da oltre 300mila euro!"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
pdl bilancio (1)

Riccardo Sacchi, Fabio Pistarelli, Marco Guzzini e Francesco Formentini


di Gabriele Censi

Un bilancio disarmante, ma non saremo disarmati in consiglio per rivelare in modi diretti ed efficaci la pochezza del provvedimento, anche con il confronto sui numeri di città simili alla nostra”.  E’ abbastanza chiarificatore della posizione del partito di opposizione il preambolo di Fabio Pistarelli. Il capogruppo del Pdl,  con il coordinatore  Sacchi e i consiglieri Guzzini e Formentini, ha commentato in conferenza stampa il documento tra pochi giorni in discussione. “Pesantezza sui tributi e rigidità conseguenti alle scelte sbagliate del passato – continua il capogruppo – ma non regge la giustificazione delle scelte nazionali, la realtà è che su Imu e Tares l’amministrazione è pienamente responsabile. L’aliquota del 10,6 sull’Imu non sospesa è frutto delle mancate entrate della politica del mattone, alla crisi si è aggiunta una programmazione edilizia insostenibile. La Tares dipende anch’essa dai conti sui rifiuti e dalla qualità del servizio, in provincia il modello virtuoso della raccolta differenziata non riguarda solo i piccoli comuni ma anche città con le nostre stesse caratteristiche”. Pistarelli rincara la dose definendo il documento il bilancio del nulla: “Frutto di un amministrazione vecchia, un centrosinistra di stampo prodiano,  fuori dai tempi .
pdl bilancio (2)Riccardo Sacchi entra nel merito delle voci e porta alcuni esempi: “L’emergenza neve ci è costata 440 mila euro, molti di più di città anche meno climaticamente esposte,  ma con un piano neve che garantisce importanti  risparmi. Sul Cosmari potevamo evitare le spese legali di un ricorso sulle tariffe contro il Cosmari che ci ha visto isolati di fronte agli altri 56 comuni. A titolo di esempio alcuni dati, la Tares aumenterà dal 50 al 65 %  per bar, ristoranti, alimentari e fruttivendoli. Non regge il paravento della crisi per una Giunta che è primatista in negativo per numero di delibere negli ultimi 30 anni e non fa scelte di priorità. Oggi hanno enunciato la nuova tassa sui rifiuti  (leggi l’articolo) ma basta un numero per spiegarla, entrate 2012: 5,9 milioni di euro, entrate 2013: 8,5 milioni di euro. Poi le critiche sulla gestione delle partecipate che vengono dagli stessi revisori dei conti. L’utile dell’Apm con tutto quello che fattura e gestisce corrisponde a quello di un singolo farmacista privato. Ancora, dalle multe mettono una  previsione di 1, 27 milioni di euro. Dopo il calo scontato dello scorso anno  (si è passati dai 1,17 del 2011 ai 1,06 del 2012) delle due una: o sugli automobilisti ci sarà un particolare accanimento oppure il dato non è realistico. Che finisca presto questo strazio!”. Marco Guzzini ci mette il carico: “I maceratesi non meritano questa amministrazione, è il bilancio del disservizio non dei servizi come dice Blunno (leggi l’intervista). Andare alla fermata del bus è diventato uno sport estremo, drammatica la situazione della cura del verde e della manutenzione delle strade. Dicono di avere dato luce alla città ma hanno illuminato una città sporca”. Il consigliere poi lamenta che a 3 giorni dalla discussione non hanno ancora ricevuto il piano degli investimenti. “Il Sindaco diceva: le piscine si fanno, poi è passato a si faranno e ora spera che si faranno… Della strada di Montanello non c’è traccia, purtroppo non c’è più margine per un lavoro comune”. Francesco Formentini sceglie una sola parola per sintetizzare il documento: “Fallimento, un tentativo inutile di sopravvivere fino al 2015 senza fare nulla”. Sembrerebbe tornata la normalità dunque,  se stavolta tocca alla minoranza fare opposizione dopo le dichiarazioni di voto favorevole già anticipate (leggi l’articolo) dalla variegata maggioranza che sostiene la Giunta Carancini.

***

Castiglioni

Pierfrancesco Castiglioni

 

Ad integrazione della posizione del Pdl riceviamo un intervento del consigliere Pierfrancesco Castiglioni, vicepresidente della Commissione bilancio, che si inserisce anche sul dibattito del polo natatorio (leggi l’ultimo articolo):

“I miei colleghi consiglieri comunali del Pdl hanno giá rilevato nel corso di una conferenza stampa alla quale non ho potuto partecipare per motivi di lavoro, molte deficienze di un bilancio tanto tardivo da essere più un consuntivo che un previsionale e tanto povero di idee che sembra impossibile sia frutto di tante teste pensanti (leggi Giunta più consiglieri di maggioranza). Su questo bilancio avrò modo di dire la mia in sede di consiglio, ma, dato che si è molto discusso in questi giorni e in più sedi di Polo natatorio non posso fare a meno di far partecipi i lettori circa la mia incredulità nel leggere, sempre nei documenti di bilancio, tra gli investimenti, udite udite  il finanziamento di un “impianto di trigenerazione piscina di Fontescodella” per 372.310 euro finanziati dalla Regione. Per carità, in sede di commissione bilancio mi è stato detto che  l’inserimento di tale posta è  ineccepibile e contabilmente corretto, tuttavia penso alla soddisfazione che deve aver provato  il cittadino maceratese nel sapere che comunque, piscina o non piscina, intanto Macerata potrà disporre  di un bel impianto di trigenerazione il quale, non si sa bene cosa sia, ma comunque a qualcosa dovrà pur sempre servire! Altrettanto tranquilli possono stare i Renziani che si sono posti il problema se sia ancora attuale seguitare a discutere sulla validità dell’ipotesi del Polo di Fontescodella: comunque vada i soldi per l’impianto trigenerazione ci sono! Capisco che in tempi come questi, così tragicamente difficili, forse il sarcasmo può risultare fuori luogo, ma tutto ciò mi fa pensare alla famosa frusta comprata in previsione di un ipotetico acquisto del cavallo. Un cavallo (leggi piscina) che anche io come molti altri, da diverso tempo, ritengo non possiamo più permetterci, così come ipotizzato originariamente. Ma se non un purosangue, almeno un ronzino non troppo malandato, Macerata mi sembra proprio se lo meriti”.

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X