Un manifesto accusa Brini
“Non vuole lasciare la poltrona”

CIVITANOVA - Atto congiunto dei partiti di maggioranza (Uniti per cambiare, Idv, La Nuova Città, Federazione della sinistra e Pd). Il presidente delle farmacie si difende: "Solo offese e falsità"
- caricamento letture

brinidi Laura Boccanera

Manifesto contro il presidente delle Farmacie Ottavio Brini: a firmarlo sono solo i simboli dei partiti che appoggiano la maggioranza (Uniti per cambiare, Idv, La Nuova Città, Federazione della sinistra e Pd), nessun nome o individualità, ma un atto congiunto in cui si biasimano le mancate dimissioni di Brini dalla carica di presidente dell’azienda partecipata tirando in ballo il bilancio delle farmacie. “Il Cda delle farmacie è decaduto – si legge nel manifesto – Ottavio Brini non vuole lasciare la poltrona. Nonostante l’incompetenza dimostrata con un bilancio fallimentare e l’esplicita sfiducia del sindaco Brini si attacca all’ultimo strapuntino e chiede due mesi di stipendio al Comune. E’ una vergogna, esca di scena con dignità”.
Dure le accuse rivolte al presidente in carica delle farmacie comunali tanto che  non si fa attendere la replica di Brini che nega ogni addebito: “Tutte falsità – commenta Brini – ciò che è scritto nel volantino è gravissimo, il cda non è stato sfiduciato, l’azienda non è al tracollo e non è assolutamente vero che chiedo due mesi di stipendio al Comune”. E poi si rivolge direttamente a Corvatta: “vorrei sapere cosa pensa il sindaco visto che le Farmacie sono un’azienda comunale. Qui non si tratta più di dialettica politica, ma nel volantino vi sono solo offese”. Il manifesto  insomma ha mandato su tutte le furie il presidente che questa sera ha una riunione con il cda delle Farmacie, facile presumere che sul tavolo della discussione ci saranno anche i provvedimenti e le reazioni rispetto a quanto affisso in città. Non si esclude che la vicenda possa anche avere uno strascico legale.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X