Tutti al lavoro per ultimare le candidature
Tra colpi di scena e colpi di fioretto

VERSO LE ELEZIONI - Nella lista Monti entra a sorpresa Valentina Vezzali, con lei diversi maceratesi in corsa. Continua la fuga dal Pdl. Il Pd "non rottama" Mario Morgoni
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
vezzali

La campionessa di scherma Valentina Vezzali

di Alessandra Pierini

L’Italia si prepara ad affrontare la tornata elettorale del 24 e 25 febbraio: grande fermento, continui cambiamenti, ancora tante incertezze e posizioni da definire in tutto il Paese, le Marche e la provincia di Macerata non sono da meno.

VALENTINA VEZZALI CON MONTI – E’ l’ex premier Mario Monti, in queste ore a calare l’asso e lo sceglie nel mondo della scherma, ha annunciato infatti che al suo fianco ci sarà la jesina  Valentina Vezzali, pluricampionessa olimpionica,  che sarà uno dei nomi di punta di Scelta civica per l’Italia con Monti. La Vezzali ha subito commentato la  candidatura sul suo sito internet: «E’ un onore per me, come donna, come atleta e come italiana, poter dare un contributo a questo grande progetto di cambiamento della politica italiana promossa dal Presidente Mario Monti. Credo che chi è impegnato con successo nella vita debba mettersi a disposizione del proprio Paese quando c’è la possibilità di veder sventolare il tricolore con orgoglio nel mondo. Io l’ho fatto da atleta a Londra, ora sono pronta a farlo in politica, con la mia convinta e determinata Scelta Civica. Questo non vuol dire che abbandonerò lo sport, almeno fino alle Olimpiadi di Rio. Sono convinta di poter svolgere con successo le due attività, avvicinando il mondo degli sportivi (atleti e tifosi) a quello dei rappresentanti del popolo italiano. Per me è una scelta di responsabilità».Dovrebbe essere ufficializzato anche come capolista alla Camera per le Marche Roberto Oreficini, direttore regionale della Protezione Civile.

 

 

Mario Baldassarri

Mario Baldassarri

Scelta Civica e gli alleati Fli e Udc proporranno un’unica lista per il Senato e sono ore decisive per la scelta del capolista per le Marche. Le alternative sono il senatore uscente Mario Baldassarri e la deputata Maria Paola Merloni. Diverso il discorso per la Camera. La lista è praticamente  fatta per Fli che avrà Gianfranco Fini, ex presidente della Camera, come capolista allo stesso modo del resto d’Italia. Dietro di lui il capogruppo in consiglio regionale Daniele Silvetti. In lista forse anche l’altro consigliere regionale Franca Romagnoli, oltre alla segretaria giovani Veronica Fortuna e ai coordinatori provinciali  tra i quali Giorgio Pollastrelli  di Civitanova.

In casa Udc in corsa il deputato uscente Amedeo Ciccanti, il recanatese Luca Marconi, assessore regionale e Augusto Ciampechini che rappresenterebbe “Dissenso responsabile” componente interna al partito.
Potrebbero poi essere inseriti nella lista dell’ex premier l’imprenditore Cleto Sagripanti e l’ex presidente della provincia di Macerata Franco Capponi che ha dato le dimissioni dal Pdl lo scorso 31 dicembre abbracciando la linea della lista di Montezemolo ‘Italia futura”.

 

Mario Morgoni

Mario Morgoni

CENTRO SINISTRA – Per quanto riguarda il Pd sono stati resi noti nei giorni scorsi i nomi dei capilista: alla Camera sarà il vice segretario nazionale Enrico Letta mentre al Senato sarà  Camilla Fabbri, segretaria della Cna di Pesaro Urbino (leggi l’articolo). Per quanto riguarda le liste, secondo le previsioni,  il Pd Marche dovrebbe eleggere 8-9 deputati e 4-5 senatori. La direzione nazionale del partito  ha discusso questo pomeriggio riguardo le liste e a Macerata ha confermato per la Camera l’elenco già reso noto dalla direzione regionale: un altro esponente scelto da Roma, il segretario provinciale di Ancona Emanuele Lodolini, il segretario provinciale di Pesaro Marco Marchetti, il vice sindaco di Macerata Irenze Manzi, il deputato uscente di Ascoli Luciano Agostini, l’ex vice presidente della giunta regionale Paolo Petrini, il dirigente regionale Piergiorgio Carrescia e l’assessore alla Scuola della Provincia di Pesaro Alessia Morani.  In Senato è stato inserito in lista il renziano ex sindaco di Potenza Picena Mario Morgoni che era stato invece escluso dalla direzione regionale.

Paola Giorgi, Vice Presidente dell'Assemblea legislativa

Paola Giorgi, Vice Presidente dell’Assemblea legislativa

Della coalizione di centro sinistra fa parte anche Sinistra Ecologia e Libertà. Vendola ha scelto come capolista per le Marche Laura Boldrini portavoce dell’Onu per i rifugiati (leggi l’articolo). Rappresenterà invece la provincia di Macerata ma con remote possibilità di essere eletta Paola Medori, scelta dai vendoliani alle ultime primarie (leggi l’articolo).
Potrebbero entrare a far parte del gruppo anche i pochi rimasti dell’Idv e una componente dei dipietristi tra cui il coordinatore regionale David Favia, il presidente dell’assemblea legislativa delle Marche Paola Giorgi e con loro anche i maceratesi Giovanni Torresi e Giacomo Piergentili i quali hanno aderito al Centro Democratico di Massimo Donadi. «La grande forza di IDV – ha sottolineato oggi la Giorgi in un comunicato – era il suo essere un partito post ideologico, dove gli odi politico-razziali degli “ismi” , tutti, erano sostituiti da un progetto reale, basato su principi fondamentali condivisi senza alcuna appropriazione indebita: tutto questo non c’è più e non ci sarà più nemmeno il simbolo di IDV alle prossime elezioni». Altri, invece, confluiranno nella lista Arancione del candidato premier Antonio Ingroia.

Il senatore Filippo Saltamartini, sindaco di Cingoli

Il senatore Filippo Saltamartini, sindaco di Cingoli

IL CENTRODESTRA – Le decisioni arriveranno da Roma, i vertici del Pdl si dicono all’oscuro di quanto sta accadendo nelle sedi nazionali tanto che c’è anche chi lamenta di non essere stato neanche informato che avrebbero preparato le liste, mentre altri sperano che non saranno calati troppi rappresentanti da fuori regione. «Non abbiamo ancora messo mano ai nomi – sottolinea il coordinatore Remigio Ceroni che questo pomeriggio ha incontrato la direzione provinciale maceratese – quello che è certo è che ci sono 3 deputati e 3 senatori uscenti oltre a due consiglieri regionali che vorrebbero essere inseriti in lista».
Tra i nomi che circolano con maggiore insistenza ci sarebbero quelli dello stesso coordinatore Ceroni, oltre ai senatori Filippo Saltamartini (eletto nel 2008 in Sardegna) e  Salvatore Piscitelli di Porto Recanati e a Francesco Casoli. A Macerata invece si continua a parlare di Fabio Pistarelli.

Cresce la lista Fratelli d’Italia – Centrodestra nazionale che fa riferimento al deputato uscente Carlo Ciccioli, punto di riferimento nazionale e il numero due della lista alla Camera.  Al primo posto ci sarà Giorgia Meloni, candidata in tutta Italia. L’ex sottosegretario Guido Crosetto sarà invece il capolista al Senato, nelle Marche come nel resto d’Italia. Nei posti alti della lista verranno inseriti anche i consiglieri regionali Giulio Natali e Francesco Acquaroli.

Per quanto riguarda La Destra, il capolista per le Marche, come già comunicato, sarà Simone Livi (leggi l’articolo)

Massimo Raparo

Massimo Raparo

FARE PER FERMARE IL DECLINO – Decisi i candidati maceratesi di Fermare il Declino per la Camera. Il maceratese Massimo Raparo si trova  in ottava posizione, è persino quindicesimo il civitanovese  Sergio Martellini e sedicesimo Tommaso Perfetti di Macerata. Per entrambi le speranze di essere eletti sono davvero ridotte al lumicino.

I GRILLINI – Dalle parlamentarie sono usciti i nomi dei  civitanovesi Molisella Lattanzi e Fabio Bottiglieri, e i tolentinati Giuliana Del Bello, Stefano Anzuinelli e Francesco Bellesi, anche  per loro le speranze sono minime.

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X