Il Pd risponde ai manifesti dell’Idv:
“Fobica campagna contro Silenzi”

CIVITANOVA - Il capogruppo Mirella Franco: "Cosa hanno contro di lu? Di cosa lo accusano? Lo dicano apertamente in modo che si possa apertamente rispondere". Giancarlo Berdini sollecita l'intervento di Spacca
- caricamento letture
manifesto_idv_corretto

Il manifesto diffuso dall’Idv

di Laura Boccanera

“Favia e la Giorgi non hanno più nulla da dire e si rifugiano nelle favole”. Il Pd in blocco con il capogruppo Mirella Franco e con Giancarlo Berdini replicano al manifesto diffuso dall’Idv che ritraeva il sindaco come Pinocchio, il vice Silenzi come Mangiafuoco e il presidente del consiglio Ivo Costamagna come la volpe (leggi l’articolo). In particolare Berdini parla di “fobica campagna contro Silenzi” da parte di David Favia e Paola Giorgi chiedendo ai vertici Idv di far luce sulla natura delle “bugie”. “Penso che se un parlamentare della repubblica ed un Vice Presidente del consiglio regionale si lasciano andare a simili bassezze, siano politicamente alla canna del gas. Ma levo un appello al Governatore Spacca: è lecito che un membro della sua maggioranza usi soldi pubblici in dotazione alla regione per offendere gli amministratori di una città come Civitanova Marche”.

“Ormai il tandem Favia-Giorgi viaggia solo nel mondo delle favole” secondo invece il capogruppo Pd Mirella Franco “a cominciare dalla fantasia di avere ancora qualcosa da dire da chiedere o da insegnare ad una città che con la propria espressione elettorale ha dimostrato quanto li tenga in considerazione – dice la Franco – Stesso grado di considerazione mostrato dai candidati eletti dell’Idv che hanno deciso di non sottostare al fare polemico e per niente costruttivo del Duo anconetano nonostante la condizione “o fate quello che diciamo noi o siete fuori. A Favia e la Giorgi chiedo: Chi è coerente con quanto ha espresso in campagna elettorale, loro due o piuttosto Balboni e Rachiglia? Chi sta mantenendo i propri impegni con gli elettori, sostenendo coerentemente l’uomo e il programma?”. Sul manifesto invece il capogruppo democratico si chiede se dietro l’operazione mediatica non ci sia piuttosto la necessità di nascondere qualcos’altro e invita l’Idv ad uscire allo scoperto sulle presunte menzogne messe in atto dal sindaco tanto da aggiudicarsi il personaggio di Pinocchio: “Ci spieghino apertamente in cosa avrebbe mentito Corvatta. Nel non soddisfare il loro veto pregiudiziale verso Silenzi, primo candidato del PD (partito che ha raccolto la metà del consenso della coalizione) e candidato maggior votato in assoluto avendo Silenzi da solo raccolto più consensi dell’intero Idv? Cosa hanno contro Silenzi? Di cosa lo accusano? Lo dicano apertamente in modo che si possa apertamente rispondere, altrimenti tacciano e rispettino l’espressione popolare.”



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X