Conti e Guzzini: “La maggioranza di centrosinistra è sempre più allo sbando”

MACERATA - I due consiglieri comunali all'attacco dopo lo scontro in aula sul riparto delle competenze
- caricamento letture
GuzziniContiDAlessandroTAcconi1-300x225

Marco Guzzini e Fabio Massimo Conti

Da Marco Guzzini (Pdl) e Fabio Massimo Conti (Lista Conti), consiglieri comunali di Macerata, riceviamo:

La seduta dell’ultimo Consiglio Comunale (leggi l’articolo) ha mostrato, se ce ne fosse ancora bisogno, una maggioranza di centrosinistra allo sbando ed una giunta incapace di amministrare la città.
Lo scontro stavolta ha riguardato il riparto delle competenze tra Consiglio Comunale e Giunta circa le rispettive fasi di adozione ed approvazioni degli strumenti urbanistici: uno scontro che non porta davvero nulla di concreto alla città di Macerata ma che nasce solo da puri interessi personali. E’ una stortura politica quella che vede alcuni consiglieri di maggioranza puntualmente attaccare la propria giunta su alcuni importanti aspetti riguardanti la gestione della cosa pubblica. Viene spontaneo chiedersi come mai questi consiglieri non rassegnano le dimissioni come segno concreto di protesta contro la Giunta; ma certamente questo non accadrà, così come non vedremo mai una mozione di sfiducia nei confronti della Giunta Carancini. Troppo alta la posta in palio e troppo grosse le eventuali responsabilità.

Sono due anni che l’attività consiliare va avanti, si fa per dire, in questo modo. Dov’è finita la responsabilità politica di chi esercita il ruolo di amministratore locale mettendo al primo posto il bene della città e dei cittadini maceratesi ?

Siamo davvero sicuri che i partiti di maggioranza sono stati animati da un sano spirito civico volto a favorire il bene dei cittadini? La città è vittima del gioco al massacro fra i partiti che compongono questa sgangherata coalizione, e spesso addirittura di lotte intestine ai partiti stessi.
In occasione dell’ultima seduta consiliare abbiamo dimostrato la nostra estraneità alle storture politiche perpetuate dal centro-sinistra in materia urbanistica, uscendo dall’aula al momento del voto sulla questione sopra citata. Questo per evidenziare ancora una volta la differenza di vedute con la maggioranza, e con una parte della minoranza stessa che invece non ha votato diversamente da PD e company.

E’ giunto il momento di dire basta a questa politica schizzofrenica maceratese dove la maggioranza e parte della minoranza spesso si confondono creando una trasversalità che sembra simile a quella che regge il Governo Monti a Roma da qualche mese a questa parte.

Da parte sua il Sindaco Carancini dovrà meditare sull’esistenza della coalizione che lo ha sostenuto alle elezioni del 2010.
Ma se così non fosse l’unica strada potrà essere quella di aprire la crisi e rimettere il mandato nelle mani dei cittadini maceratesi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X