Commissione d’indagine sull’Urbanistica
Il Pdl resta isolato

MACERATA - Tutti gli altri consiglieri di opposizione sono usciti dall'aula. Approvata la mozione di Deborah Pantana per avere nel cimitero cittadino uno spazio per i bambini mai nati
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email
commissione_indagine-2-300x225

Il Pdl è stato lasciato solo dai partiti di opposizione

 

di Alessandra Pierini

Il Pdl viene lasciato da solo nei banchi dell’opposizione. I sei consiglieri del partito sono gli unici a votare per l’approvazione della commissione di indagine sulle questioni urbanistiche che hanno interessato il Comune di Macerata negli ultimi 10 anni. La maggioranza, una volta tanto, vota compatta e distrugge la proposta firmata da Riccardo Sacchi e dai suoi. Le accorate dichiarazioni del capogruppo Fabio Pistarelli che ha parlato della proposta di delibera presentata come di un’occasione per fare chiarezza nel panorama politico, accusando di non onestà gli altri gruppi, e ha respinto al mittente le accuse di trasversalità nei rapporti mosse dai consiglieri di Macerata è nel cuore in primis, ma da tutta la  minoranza in genere, non sono bastate ad evitare che la delibera volta ad indagare nell’urbanistica maceratese, senza l’appoggio dei consiglieri di opposizione usciti dall’aula durante la votazione, si trasformasse in un autogol. «Lo scenario è più chiaro – ha  detto Pistarelli –  c’è una politica fatta in buona fede e una fatta in mala fede, c’è una politica di convenienza e una di sostanza. Abbiamo sentito di tutto, specie dall’opposizione: quali sono state le iniziative di quelli che oggi predicano e obiettano? Respingere questa delibera farà perdere alla città un’occasione per fare chiarezza».
Così, dopo la lunga discussione di ieri pomeriggio (leggi l’articolo), oggi la proposta di delibera è stata bocciata con i 20 voti contrari della maggioranza.
commissione_indagine-1-300x225Nella replica era stata la consigliera Deborah Pantana del Pdl a sostenere le motivazioni dei suoi: «Questa delibera viene da due questioni sollevate da Cronache Maceratesi: cittadella dello sport e Ircr. Non ci facciamo intimorire da chi oggi ci critica anzi l’antipolitica non esiste perché è la politica che oggi deve dare le risposte e noi lo continueremo a fare con la volontà e la sincerità che ci ha contraddistinto». Mentre i rappresentanti dell’opposizione uno dopo l’altro hanno annunciato pubblicamente che non avrebbero sostenuto il Pdl a partire da Giorgio Ballesi dell’omonimo comitato («Inviterei la  maggioranza ad avere coraggio ad accettare proposte a far luce sull’amministrazione e il proponente a riproporre una commissione di indagine non diretta a fini esplorativi ma ad un oggetto specifico) per poi continuare con Udc, Macerata è nel Cuore e Fabio Massimo Conti che hanno annunciato la loro uscita dall’aula durante la votazione. Da parte sua Narciso Ricotta del Pd ha ribadito il voto contrario dei suoi: «Nel populismo che di solito coltiva – ha detto rivolto a Nascimbeni –  il palcoscenico le è stato rubato dal centro destra. Capita in politica. Io non ho nessun imbarazzo – ha continuato rispondendo alle sue affermazioni di ieri – ribadisco piena disponibilità a parlare del futuro urbanistica. Per dare un giudizio politico non c’è bisogno di mettere su un baraccone come questo». In linea con lui Pierpaolo Tartabini di Sinistra per Macerata: «In realtà l’imbarazzo ci sarebbe se ci fosse qualcosa di certo, ma in questa proposta di delibera non c’è nulla di specifico. Non c’è bisogno di una commissione di indagine».
Approvata nel corso della seduta  anche la mozione presentata dal consigliere Marco Gasparrini per chiedere l’interessamento del Comune di Macerata in Provincia per avere notizie certe sul completamento del ponte di Villa Potenza e della strada di decongestionamento del centro abitato.
Macerata avrà anche, nel cimitero cittadino, un’area destinata alla sepoltura dei bambini mai nati. La mozione presentata da Deborah Pantana è stata votata favorevolmente dall’intero consiglio, esclusi Michele Lattanzi e Stefano Blanchi dei Comunisti Italiani e Luciano Borgiani della Federazione della Sinistra.




© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X