Calcio e disabilità: nasce Powerchair

- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

1-300x199

di Luigi Labombarda

Un nuovo sport e una nuova opportunità si affaccia tra le attività sportive dedicate ai disabili: è il calcio in carrozzina, denominato anche Powerchair. E’ già presente in nazioni come Francia, Inghilterra, Canada, Giappone, Germania e Spagna, dove vi sono Federazioni che organizzano veri e propri campionati e corsi specifici per tecnici abilitati all’allenamento e quindi al saper insegnare tecniche corrette per lo svolgimento di tale gioco. Ora arriva anche in Italia grazie alla collaborazione tra la Sport & Smile Eventi Sportivi e l’Istituto di Riabilitazione Santo Stefano. Il Powerchair si gioca in un campo regolamentare di basket, 3 giocatori più 1 portiere per ogni squadra, e le squadre possono essere miste (uomini/donne). Il pallone utilizzato è di gomma o anche cuoio come per il calcio a 11, ma di circonferenza massima 45 cm. Le carrozzine devono essere munite di paratia anteriore ai piedi che serve appunto per calciare o meglio “tamponare“ la palla e fungere da protezione alle gambe.

P1010045-300x225

Tutti i giovedì mattina, presso la struttura riabilitativa di Porto Potenza Picena, si svolgono due sedute di allenamento coordinate dall’istruttore-allenatore Diego D’Artagnan: sedute che prevedono attività ludico-sportive incentrate su percorsi coordinativi-motori, nel limite delle patologie dei pazienti/giocatori, esercizi di abilità tecniche con percorsi ad ostacoli, tecniche per tirare in porta o semplicemente effettuare un passaggio tra una carrozzina e l’altra, tecnica del portiere, calci di punizione, rimesse laterali, ecc. Le sedute sono divise in due gruppi: uno di disabili con carrozzina manuale, coadiuvati da altrettanti disabili nel ruolo di “spingitori”, e un gruppo di disabili in carrozzina a motore. Al momento i praticanti sono tutti disabili ricoverati/residenti nell’Istituto Santo Stefano ma l’intento della Sport & Smile è di poter estendere tale sport anche a disabili non residenti presso il S.Stefano: altri paesi, città o magari altre regioni italiane, ospitandoli oppure raggiungendoli presso le loro strutture a far praticare il Powerchair. Il progetto terminerà a maggio, per qualsiasi informazione si può visitare il sito www.sportsmile.it.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X