Federazione della Sinistra e Sel divise su Pettinari

- caricamento letture
IMG_0016-300x244

Roberto Di Fede e Giuseppe Pieroni

di Matteo Zallocco
“Disegnate una falce e martello e annullate la scheda”. E’ questa la dichiarazione di voto della Federazione della Sinistra che, a differenza degli alleati di Sel, non si schiera a favore di Antonio Pettinari. Le due forze politiche oggi hanno radunato i giornalisti tenendo due conferenze stampa in due bar del centro di Macerata. “Dopo aver sostenuto il candidato presidente Acquaroli – hanno detto entrambi i partiti – la nostra alleanza proseguirà, anche in vista delle amministrative del prossimo anno, ma sulla dichiarazione di voto per il ballottaggio abbiamo due visione diverse”.
Chiaro il messaggio dei segretari provinciali di Rifondazione e Comunisti Italiani, Roberto Di Fede e Giuseppe Pieroni: “Non possiamo sostenere questa forza di centro-centro (così definiscono la coalizione Pd-Udc-Idv, ndr)  che ha fatto di tutto per escluderci, nega l’esistenza della sinistra, non riconosce la nostra dignità politica e si appellla solo a Sel per battere la destra. Per questo ballottaggio l’Idv ha addirittura fatto appello all’ex leghista Marangoni, è inaccettabile!”.
Di Fede e Pieroni puntano il dito contro Pettinari: “Deve ancora dire cosa vuole fare in materia di rifiuti e di lavoro, non essersi presentato alla manifestazione della Cgil del 6 maggio è stato un segnale molto negativo”.
Ma allora per voi è meglio che vinca Capponi? “Assolutamento no, il nostro fondamento resta l’antifascismo ma Berlusconi non si batte solo con i voti e questo Laboratorio Marche tanto voluto dal Pd non è la mossa giusta. Oltretutto questo Modello tanto decantato prevede la cancellazione dei comunisti, se questi signori non fanno un passo indietro ammettendo il fallimento del Laboratorio Marche non ci saranno mai le condizioni per un dialogo”.
E ancora su Pettinari: “Non si può battere Capponi candidando la sua fotocopia”.

IMG_00051-300x221

Esildo Candria in conferenza stampa

Diversa, come detto, la posizione di Sinistra Ecologia e Libertà: “Abbiamo il compito di arginare la destra e l’assemblea provinciale ha deciso  di chiedere ai nostri elettori di votare Pettinari al ballottaggio”, dichiara il segretario provinciale Esildo Candria. E‘ questa, d’altronde, l’indicazione di Nichi Vendola di cui Candria riporta una citazione: “Sel in tutta Italia sosterrà candidati del centrosinistra perchè abbiamo il dovere morale di battere la destra”.
Una scelta, dunque, dettata dalla politica nazionale: “Resta la critica al metodo utilizzato dal centrosinistra per scegliere il candidato – aggiunge Candria -. Dovevano essere fatte le primarie. Il fantomatico Laboratorio Marche si è dimostrato insufficiente e senza la sinistra il centrosinistra non vince. E’ per questo che abbiamo escluso l’apparentamento”.
E se Pettinari vi offrirà la presidenza del Consiglio provinciale? “Non siamo interessati  e comunque un discorso del genere non esiste. E’ il centrodestra che, sulla scia di Berlusconi, inventa situazioni che non esistono parlando di accordi sottobanco o inciuci”.

(foto di Guido Picchio)

 

IMG_0013-300x225 IMG_0017-300x225



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X