Giulio Conti, il ritorno:
“Io sto con Gianfranco Fini,
il Pdl sia più democratico”

All'Abbadia d Fiastra dibattito pubblico sulle prospettive del Popolo delle Libertà
- caricamento letture

conti2-300x225

di Alessandra Pierini

“Io sto con Fini, lo stimo politicamente e programmaticamente” così Giulio Conti inizia la conferenza stampa che lo vede da solo al tavolo dei relatori. Al suo fianco esponenti del Pdl civitanovese e del Fronte Verde ma Conti dichiara di parlare a nomi di molti che stanno costituendo dei gruppi spontanei di cui lui si prende la responsabilità. Dopo aver criticato la situazione nazionale “non ci pacciono i continui attacchi che i giornali di Berlusconi riservano a Fini nè alcune questioni quali il tricolore in cui la Lega non si riconosce, la legalità, Scajola e Dell’Utri”, Giulio Conti passa a parlare della situazione locale in particolare facendo riferimento al Pdl, partito di cui mostra orgoglioso la tessera: “Sono iscritto al Pdl e ho fatto il deputato per 17 anni e non mi piace il modo di lavorare del mio partito. E’ necessaria una maggiore democrazia all’interno del Pdl, non è giusto che le cariche si scelgano in Ancona. A Civitanova Marche è una continua zuffa tra i consiglieri perchè non si è mai fatta una votazione per scegliere il capo gruppo comunale. Un gruppo che vince deve coinvolgere tutti i candidati a prendere parte alla vita di partito anche per riossigenare la classe dirigente. Nel Pdl questo non viene fatto.”

Conti passa poi a parlare dell’annullamento delle elezioni provinciali e del prossimo turno elettorale: “Non credo sia giusto chiedere i danni a qualcuno per quanto accaduto. In ogni caso, dopo l’annullamento delle elezioni, il Pdl ha organizzato una sola riunione di confronto terminata alle 20,30 per andare a vedere la partita dei mondiali e mai ripresa. In vista delle prossime elezioni sarebbe bene organizzare riunioni interne, verificare la disponibilità degli alleati, devo essere io a chiedere alla Lista Corvatta se si ripresenterà o qual è la posizione dell’Udc nei nostri confronti?”

conti

Cosa farà invece Giulio Conti alle provinciali? Seguirà la strada presa alle comunali alle quali ha partecipato con una lista che porta il suo nome ma nella quale non si è candidato? “Sono dell’opinione che se mi fossi candidato alle comunali avrei vinto ma ho accettato le decisioni del Pdl per battere la sinistra unita. Ora il problema è diverso, vogliamo vincere dall’interno di un partito che scelga attraverso consultazioni interne in un’ottica di convergenza di valori politici e ideologici.”
Per domani sera il Gruppo Consiliare della Regione Marche e il Comitato Provinciale di Macerata del Popolo delle Libertà hanno organizzato un dibattito dal titolo “Risultato – organizzazioni – prospettive” al quale interverranno Mario Lattanzi, Fabio Pistarelli, Francesco Massi, Francesco Acquaroli, Erminio Marinelli, Franco Capponi e i parlamentari del Pdl per le Marche. “Non è ufficialmente una riunione di partito – sottolinea a proposito Conti e non siamo stati invitati nè io nè Brini. Io comunque andrò lo stesso.” Eppure sulla sua bacheca di Facebook, l’ex Presidente della Provincia Franco Capponi ha scritto : “Giovedi prossimo 8 Luglio, ore 21,00, all’Abbadia di Fiastra grande incontro sulle prospettive del nostro territorio. Incontro con amici, amministratori, referenti e giovani intorno all’organizzazione e alle strategie del PDL della provincia di Macerata. Siete tutti invitati.” Peccato che Giulio Conti non abbia un account.

conti-peirino

Giulio Conti qualche mese fa alla presentazione della sua lista Macerata Vince



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X