Mister Pierantoni si presenta:
“Obiettivo play off”

Il neo tecnico della Maceratese crede nel progetto: "Ho trovato una società seria"
- caricamento letture
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Busiello

La panchina sulla quale siederà è molto importante. D’altronde l’allenatore della Maceratese è sempre in discussione, perchè la piazza non merita questi palcoscenici, ed allora per Gilberto Pierantoni (nella foto ai tempi della Vis Macerata) quella che sta per partire sarà un’avventura stimolante e difficile. Noi, lo abbiamo intervistato per capire con quali motivazioni arriva alla Maceratese.

Mister Pierantoni, la prima domanda è sul passato: qual è questo gesto che fece infuriare tanto i tifosi biancorossi?

“Sinceramente non ricordo. Io sono sicuro di non aver fatto mai nulla contro la Maceratese ed i suoi tifosi. Qualcuno mi ha parlato di un Riccione-Maceratese nel quale ero giocatore o altri mi hanno detto di un Civitanovese-Maceratese dove segnai su rigore però, francamente, non ricordo nessun episodio contro la Maceratese”.

Come arriva alla Maceratese?

“Arrivo con tantissime motivazioni. Sono felice che una società così prestigiosa come la Maceratese mi abbia dato fiducia; dobbiamo lavorare tanto ma sono convinto che ci sono i presupposti per fare bene. La società, che si è dimostrata molto seria, si sta muovendo per tempo e molto bene. Sono convinto del lavoro che andrò a fare”.

Obiettivo della stagione 2010/2011 per i biancorossi?

“La società mi ha chiesto tre obiettivi: il primo è quello di centrare i play off, il secondo farlo attraverso il bel gioco ed infine quello di valorizzare i tanti bravi under che abbiamo nella nostra squadra”.

Ovviamente è già partito il calciomercato: oltre alle riconferme di Ramadori, Romagnoli e Iuvalè ci può dire quali altre mosse bollono in pentola?

“Domani avremo la risposta di Gentili, attirato dall’idea di fare il preparatore alla Nocerina, e di Trillini. E’ ovvio che queste due pedine sono dei cardini per noi perchè Gentili rappresenta un signor portiere e Trillini è probabilmente l’under migliore che c’è in circolazione, anche lui deve scegliere tra Maceratese, Sambenedettese e Fano. Domani ne sapremo di più”.

Le prime parole da neo tecnico della Maceratese?

“Sono entusiasta della nuova avventura che ho intrapreso. Speriamo di raggiungere i risultati sperati e toglierci delle belle soddisfazioni. Non vedo l’ora di cominciare”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page




Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X