Disinfestazione delle zanzare,
a Macerata un numero
per le segnalazioni

- caricamento letture

zanzara2

Per procedere alla disinfestazione delle zanzare l’Amministrazione comunale ha attivato un numero telefonico utile a ricevere segnalazioni da parte dei cittadini. Le situazioni di disagio possono essere quindi segnalate al numero 0733/256370, attivo dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13. In questo modo sarà possibile ricostruire una “mappa” delle zone particolarmente interessate dal problema delle zanzare, e programmare disinfestazioni anche nelle aree meno urbanizzate della città dove si concentrano i focolai di insetti.

“Le disinfestazioni generalizzate – dichiara l’assessore all’Ambiente Enzo Valentini – hanno infatti hanno una efficacia piuttosto effimera, in quanto riescono solo parzialmente ad eliminare le larve e le uova, con conseguente riproposizione della problematica a distanza di pochi giorni”. Dopo una opportuna campagna informativa, la Smea effettuerà quindi le disinfestazioni utilizzando sostanze insetticide non nocive per l’uomo.

Negli ultimi anni è stata registrata a Macerata anche la presenza della “zanzara tigre”, un specie che si caratterizza per il fatto di essere attiva durante il giorno anziché nelle ore serali e notturne. Pertanto il Comune ha aderito al monitoraggio della presenza nel nostro territorio di questo insetto su iniziativa dell’Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Umbria e delle Marche, con lo scopo, qualora la densità della presenza dell’insetto superi la soglia critica, di mettere in atto azioni di lotta e disinfestazioni specifiche.

I cittadini possono comunque contribuire in modo determinante a contenere la proliferazione delle zanzare, adottando semplici accorgimenti: evitare il ristagno dell’acqua in terrazze, giardini, cortili e orti, controllare periodicamente che grondaie, condutture e tombini non siano otturati, sostituire regolarmente l’acqua di vasche e fontane evitando l’accumulo di detriti in putrefazione, svuotare almeno ogni due giorni i sottovasi, le vaschette di condensa dei condizionatori e ogni altro contenitore d’acqua, introdurre nei sottovasi, nei recipienti e nelle fioriere, specialmente quelle presenti nelle aree cimiteriali, frammenti di rame metallico, la cui ossidazione impedisce lo sviluppo delle larve.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X