Giovane accoltellato a Macerata

La rissa fra maceratesi e ascolani sarebbe scoppiata per "motivi banalissimi"
- caricamento letture

vicolo-abbondanza-2-252x300

di Roberto Scorcella

Un preoccupante fatto di sangue si è verificato la notte scorsa intorno all’1 e mezza a Macerata. Quando mancavano pochi minuti alle 2, infatti, la “Volante” dell’Ufficio Prevenzione generale e Soccorso Pubblico della Questura di Macerata è stata chiamata ad intervenire al pronto soccorso dell’Ospedale Civile del capoluogo dove poco prima era arrivato un giovane con una ferita da arma da taglio al braccio sinistro.

Dai primi accertamenti svolti dagli agenti della Questura è emerso che l’accoltellamento è avvenuto in vicolo dell’Abbondanza a Macerata (nei pressi di via Mozzi, in pieno centro storico), dove è stato ritrovato anche un coltello a serramanico con una lama di circa 10 centimetri.

Il giovane accoltellato ha 25 anni, è un cittadino italiano e risiede in provincia di Macerata. In nottata è stato sottoposto ad intervento chirurgico e gli è stato rilasciato un referto medico con una prognosi di 15 giorni per “ampia ferita da taglio braccio sinistro”. La vicenda è avvolta da un fitto mistero. Perchè il giovane è stato accoltellato? E, soprattutto, da chi? Un altro ragazzo è rimasto ferito in modo lieve, tanto che non si è neppure rivolto al pronto soccorso. La Squadra Mobile della Questura di Macerata ha individuato 5-6 giovani che avrebbero partecipato alla rissa e che ora sono sottoposti ad interrogatorio. Secondo le prime indiscrezioni, la lite sarebbe avvenuta verso l’una e mezza in un locale del centro storico e poi proseguita fuori, quando il titolare ha cacciato tutti dall’esercizio. I giovani sono tutti italiani (maceratesi e ascolani) che sono venuti a diverbio per “motivi banalissimi”, hanno precisato alcuni dei protagonisti.

L’episodio desta preoccupazione perchè si tratta del quarto accoltellamento in provincia nell’arco di pochi giorni. Prima i due fratelli di Collevario, poi il parrucchiere di via Roma ferito nella sua abitazione di Corridonia, quindi il giovane colpito da un albanese a Tolentino e, infine, la vicenda della notte scorsa.

Casi che creano inevitabilmente preoccupazione per la loro frequenza e che, casomai ce ne fosse stato ulteriormente bisogno, confermano che le “isole felici” non esistono più da tempo.

Nelle foto di Guido Picchio le evidenti tracce di sangue presenti questa mattina in vicolo dell’Abbondanza.

vicolo-abbiondanza1-300x200

vivcolo-abbondanza



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X