Roberto Scorcella


Utente dal
4/1/2010


Totale commenti
22

  • Se la politica fallisce
    ben venga il tecnico

    1 - Nov 16, 2011 - 10:42 Vai al commento »
    ‎"Secondo quanto risulta a MF Milano Finanza, infatti, Goldman Sachs negli ultimi giorni è stata uno dei maggiori responsabili del crollo delle quotazioni dei titoli italiani e sarà tra le prime a farne incetta a prezzi da saldo, almeno sino a quando lo spread decennale con i titoli tedeschi non si stabilizzerà di nuovo attorno ai 350 punti base, il livello che uno studio diffuso mercoledì dalla stessa Goldman indicava come punto di arrivo dai massimi segnati in questi giorni, nel caso in cui la crisi politica italiana si risolvesse con un esecutivo di larghe intese, cioè con «una sorta di governo di unità nazionale guidato da un outsider di ottima reputazione». Fonte: http://bit.ly/vaHjPw (Milano Finanza) Ti abbraccio Filippo
  • Lo strano caso di Alessandra Amoroso
    che dallo Sferisterio fa parlare tutta Italia

    2 - Set 3, 2011 - 19:46 Vai al commento »
    O Ser Giell, datte na calmata per piacere... ricordati sempre che qui sei ospite. E pseudogiornalista sarà qualcun altro di tua conoscenza e certamente non i professionisti che lavorano per Cronache Maceratesi. perlatro, per tua legittima conoscenza, che colma una delle tante lacune che hai, questo sito che nessuno caga di striscio conta circa 12mila visite uniche quotidiane. Tanti saluti e usa un po' d'educazione. P.S. : pagliaccio ci chiami pure qualcuno che ti vive vicino. Non permetterti mai più di usare questi toni.
  • Operazione canapa
    Perquisizioni e arresti
    in tutta la provincia

    3 - Mar 24, 2011 - 12:48 Vai al commento »
    dal dizionario Hoepli: cartuccia [car-tùc-cia] s.f. (pl. -ce) 1 Nelle armi da fuoco portatili, carica composta dal bossolo contenente l'esplosivo, dalla capsula e dal proiettile ‖ Nelle antiche armi da fuoco, involucro in carta robusta, contenente la palla e la polvere da sparo ‖ fig. Sparare le ultime cartucce, valersi delle ultime possibilità, delle estreme risorse | Mezza cartuccia, persona di piccola statura, o di poco valore Gentile lettore, non ci sono altre definizioni, quindi non si è fornita nessuna informazione tendenziosa o fuorviante. Imponente: non è necessario ottenere risultati straordinari. Quando si mettono in campo cento carabinieri, elicotteri, unità cinofile e tutte le Stazioni della provincia l'operazione, volente o nolente, è imponente. Cordialità
  • Cacciati da Villa Fermani come satanisti
    In realtà sono “giocatori di ruolo”

    4 - Gen 12, 2011 - 21:10 Vai al commento »
    Gentile Sindaco, rileggendo questo articolo non vedo confusione e il senso appare estremamente chiaro. L'associazione Fabulae Noctis ha chiarito di non essere una setta satanica sul suo forum ufficiale (http://www.fabulaenoctis.com/forum/viewtopic.php?t=2139) ed ha affermato testualmente tramite il presidente Andrea Mazzieri "abbiamo allestito la location per poi vederci revocare all'improvviso la concessione". Ora, il nostro compito è quello di informare sui fatti. Se questi si sono svolti in maniera diversa da come racconta l'associazione Fabulae Noctis (non invenzioni giornalistiche), può tranquillamente spiegare la sua versione.
  • Caro Vescovo, questa non è spazzatura
    Ma crescita democratica

    5 - Nov 16, 2010 - 18:07 Vai al commento »
    Sottoscrivo ogni singola parola. Bravo.
  • “Take away” della droga
    in un appartamento del centro
    In manette due giovani italiane

    6 - Ott 13, 2010 - 12:34 Vai al commento »
    @giacomo sì, in caso di arresto normalmente vengono fornite le generalità complete. In questo caso ci hanno fornito invece solamente le iniziali. Non escludo possa essere una questione relativa alle indagini ancora in corso.
    7 - Ott 12, 2010 - 20:51 Vai al commento »
    Rispondo con grande piacere alle legittime curiosità dei lettori riguardo la pubblicazione delle generalità delle persone protagoniste di fatti di cronaca. Per prima cosa, questa testata (come generalmente le altre) utilizza i dati che vengono forniti volta per volta dalle forze di polizia. Se vengono fornite le iniziali pubblichiamo le iniziali, se viene fornito nome e cognome pubblichiamo nome e cognome. Se, raramente, viene fornita anche la foto, naturalmente la pubblichiamo. Non siamo mai noi a scegliere discrezionalmente se pubblicare iniziali o generalità complete. Un po' più complesso il discorso generale inerente la privacy. Di norma, infatti, se si parla di arresti o fermi di p.g. viene pubblicato nome e cognome perchè la persona interessata si troverà di fronte a un processo pubblico. Capita spesso che il giorno successivo al processo, anche se nell'immediatezza dei fatti erano state pubblicate le iniziali, vengano rese note le generalità complete dell'imputato proprio perchè processato pubblicamente. In caso di denuncia all'autorità giudiziaria, invece, non capiterà mai di vedere nome e cognome dei denunciati per il motivo che non c'è la certezza che il gip possa rinviarli a giudizio. Spero di aver contribuito a fare chiarezza e, soprattutto, a far comprendere che, perlomeno qui, non ci sono figli e figliastri ma si usa un metro univoco per tutti.
  • Sakineh e Teresa Lewis:
    distrazioni e amnesie

    8 - Ott 5, 2010 - 16:38 Vai al commento »
    Giustissimo. Infatti quello che stride non è la crudezza del codice penale iraniano ma l'assordante silenzio calato intorno all'esecuzione di Teresa Lewis e l'indifferenza sulle lapidazioni che vengono comminate in Paesi sotto l'influenza Usa... Perchè ci si è scandalizzati tanto e mobilitati solo per un fatto (uno dei tanti) che riguarda l'Iran? Comunque, mi si passi la provocazione, non appena il Capo del Governo concederà asilo politico ai figli di Sakineh avremo la possibilità di vederli in tutte le salse alla vita in diretta, unomattina, interviste a chi e visto e alla fine, visto mai... una capatina nella casa del grande fratello! W l'Occidente! :-)
    9 - Ott 5, 2010 - 12:54 Vai al commento »
    Premesso che il senso dell'articolo era quello di dimostrare con i fatti (le vicende parallele di Sakineh e Teresa Lewis) come si possano manipolare i fatti grazie a un giornalismo compiacente e non quello di disquisire se gli States sono più democratici dell'Iran,partiamo da un presupposto: l'Iran non è esempio di democrazia. Ma cos'è la democrazia, quando parliamo di un Paese teocratico lontano anni luce dalla concezione occidentale di Stato e di rappresentatività? Qualcuno può spiegarmi come si può andare a parlare di democrazia in Afghanistan dove la popolazione vive raccolta in piccole tribù patriarcali? Buttando bombe su vecchi, donne e bambini? Se gli esempi di democrazia sono quelli degli Stati Uniti d'America, io sto una, cento mille volte con l'Iran, l'unico Paese che ancora tenta di arginare l'imperialismo e l'arroganza statunitense. La news che riporto sotto è fresca fresca: questi sono coloro che vogliono essere d'esempio al mondo? Secondo me no. Ad maiora. WASHINGTON, 4 ottobre 2010 - Tornano i tempi del far west, dei pistoleri e dei saloon: in quattro stati americani - Tennessee, Arizona, Georgia e Virginia - da oggi infatti si può andare al bar con la propria pistola. Non è una novità, del resto: già in 18 stati americani è permesso entrare armati nei locali in cui viene servito alcol. Queste nuove leggi seguono due importanti sentenze della Corte Suprema favorevoli a considerare come diritto individuale di ogni cittadino portare un’arma carica con sé per propria difesa personale. Il New York Times spiega che secondo gli esperti Usa con i provvedimenti in vigore oggi si autorizza la più grande espansione delle armi nella vita quotidiana, cosi’ come chiesto da tempo dalla lobby dei costruttori di pistole e fucili.
  • Scontro fra scooter
    Muore 24enne
    di Tolentino

    10 - Ago 26, 2010 - 22:24 Vai al commento »
    http://www.ilrestodelcarlino.it/macerata/2007/09/02/33933-moto_sbanda_finisce_contro_auto.shtml Tre anni fa, nello stesso identico punto, morirono altri due ragazzi. Uno stupido semaforo non può cambiare le cose. Forse è il caso che qualcuno si renda conto che quel tratto di strada è tragicamente pericoloso
  • Operazione contro il lavoro nero
    Sospese quattro attività

    11 - Apr 24, 2010 - 15:07 Vai al commento »
    corridonia
  • Addio a Raimondo Vianello
    Era il signore della tv

    12 - Apr 15, 2010 - 19:50 Vai al commento »
    Senza retorica, se ne va un vero signore della televisione e dello spettacolo in genere. Un personaggio certamente superiore all'altro grande vecchio della tv scomparso recentemente, Mike Bongiorno. Quello che ci si chiede è: come mai per Bongiorno sono stati indetti funerali di Stato e diretta televisiva e per Vianello invece no? In base a quali criteri vengono effettuate certe scelte? Forse Vianello non ha lavorato per la Cia?
  • Il grande bluff
    della democrazia
    rappresentativa

    13 - Apr 16, 2010 - 13:55 Vai al commento »
    Come non essere d'accordo? E poi, già il solo poter discutere di certe tematiche scomode all'informazione convenzionale, è di per sè stimolante.
    14 - Apr 16, 2010 - 13:30 Vai al commento »
    Gentile sig. Dantini, purtroppo il fatto che non ci conosciamo personalmente non le consente di sapere che il sottoscritto da anni è un accanito sostenitore della democrazia diretta. Solitamente non ho l'italico vizio di lamentarmi di tutto, anche perchè il mio articolo non voleva essere un lamento ma un semplice commento. Stupisce, piuttosto, che un sostenitore di una lista civica (unica vera alternativa ai partiti e al potere costituito) confermi che i 'partiti fanno quello che vogliono'. Proprio dalle liste civiche potrebbe partire la "rivoluzione ideale", sostanzialmente utopica Filippo è vero, che porterebbe a smantellare la truffa della democrazia rappresentativa. Sul fatto, poi, che Bobbio dica idiozie, mi permetto di non condividere questa osservazione. SI può non concordare, ma da qui ad affermare che un personaggio come Bobbio dica "idiozie" ce ne corre...
    15 - Apr 15, 2010 - 21:31 Vai al commento »
    @Ciccarelli: l'unico strumento applicabile è quello della democrazia diretta, frustrata in Italia da marginalità come il referendum. Solo così il cittadino da elettore-suddito si erge a protagonista e legislatore. E i partiti non avrebbero più senso di esistere. Per questo non sarà mai applicata. @Savi: hai colto perfettamente il senso. La gente non si sente rappresentata, vota per spirito di appartenenza simile al tifo calcistico e non scrive preferenze sulla scheda. Altre due elezioni di questo tipo e saremo al de profundis della democrazia rappresentativa.
  • Boom di Giannini e Acquaroli
    Delusione per Giustozzi e Brini

    16 - Mar 29, 2010 - 23:42 Vai al commento »
    In base a una notizia recentissima, sembra che Massimo Rossi ce l'abbia fatta e sia stato eletto nella Circoscrizione di Ascoli Piceno. Pettinari, effettivamente, difficilmente ce la farà.
  • Giovane accoltellato a Macerata

    17 - Mar 18, 2010 - 21:04 Vai al commento »
    articolo aggiornato alle 21
  • La crisi morde anche a Macerata:
    cessa l’attività della Cotognini Srl
    In 19 restano senza lavoro

    18 - Feb 16, 2010 - 21:02 Vai al commento »
    Nessuna novità sulla vicenda che sta interessando la Cotognini srl di Macerata. La situazione rimane estremamente difficile per i diciannove lavoratori dell'azienda che dalla fine della scorsa settimana si trovano in cassa integrazione straordinaria. Fra i dipendenti c'è anche Paolo Cotognini, segretario comunale dell'Udc. Si tratta di un'azienda di famiglia, infatti, ma l'amministratore è uno zio del politico maceratese.
  • Per una nota al figlio
    una madre picchia la vicepreside

    19 - Feb 10, 2010 - 18:54 Vai al commento »
    Articolo aggiornato alle ore 18.55 con ulteriori dettagli.
  • Insegnante maceratese arrestato
    per spaccio di droga in Umbria

    20 - Feb 4, 2010 - 14:00 Vai al commento »
    Vedo con piacere che il dibattito si è sviluppato e ha coinvolto altre persone. Avrei voluto evitare di intervenire oltre, ma le affermazioni distorte e capziose di un Gianluca Gelsomino che spero sia un omonimo della persona franca e leale che conosco, meritano un approfondimento. Partiamo da una premessa: condivido in pieno l'osservazione del signor Cerasi sull'inutilità del Dis-Ordine dei Giornalisti. Ciò che non condivido del suo intervento è la banalizzazione del lavoro svolto dalla categoria a Macerata e provincia. Innanzitutto, "pè cantà ce vò la voce": bisogna sapere di cosa si parla e vivere quotidianamente l'esperienza sul campo. Io non metterei mai bocca sul lavoro di un commercialista o di un avvocato perchè saprei di entrare in un campo che non mi compete e di cui non ho cognizioni. Per quale motivo, invece, tutti sanno cosa deve fare o non fare un giornalista? In base a quali competenze ci si può permettere di offendere un'intera categoria? Signor Cerasi, pur non conoscendola leggo i suoi commenti e la considero persona preparata e intelligente. Per questo le garantisco che fare questo mestiere maledetto non è nè banale, nè semplice nè tantomeno facile. Tra i tanti luoghi comuni elencati da Gianluca Gelsomino (la cui libertà nessuno di noi ha mai messo in discussione), mi sconvolge leggere che sarebbe quantomeno normale o da far passare in secondo piano il fatto che una dipendente si appropri indebitamente di merce senza pagarla regolarmente come facciamo tutti. Oppure, senza disquisire su droghe leggere e pesanti o meno ma facendo riferimento alla legge dello Stato Italiano in vigore, far passare per normale il fatto che una persona detenga più di un etto di hashish in casa. Per carità! Non metto in discussione che fosse per esclusivo utilizzo personale, ma che la cosa abbia un risalto giornalistico è indubbia. L'amico Gelsomino, poi, lamenta che nel suo "sonnacchioso paese" non ci siano stati approfondimenti. E lui, quando ricopriva incarichi politici dove stava? Perchè non ha portato questi scoop all'attenzione della stampa e magari poi gridare alla censura qualora fossero passati sotto silenzio? Infine, bisognerebbe stendere un velo pietoso sul riferimento (scorretto) personale fatto da Gelsomino. Anche lui fa parte della larga schiera di persone che celebrano una giornata della memoria corta. Caro Gelsomino, non mi sembra averti visto mai tanto accalorato nel ricordare numerosi altri genocidi che hanno attraversato (e stanno attraversando) la storia. A quando una giornata della memoria per i Pellerossa americani, per il popolo Curdo, per il popolo Somalo, per il popolo Ceceno, per il popolo Palestinese? E questi sono solo alcuni esempi. Forse quei milioni di morti sono meno morti di quelli della Shoah? Essendo per forma mentis sempre dalla parte del più debole, caro Gianluca, io finchè avrò voce perorerò la causa di 4.250.000 persone cacciate dalla loro casa da quella che si autodefinisce la più grande democrazia del Medio Oriente. E in merito all'Iran, o all'Afghanistan, sbatti veramente male: le prediche no, ma forse di qualche nozione in più di storia hai necessità. Ti consiglio di leggerti per intero i discorsi di Ahmadinejad prima e di Khameini poi dai quali è stata estrapolata una singola frase per farne un caso e proseguire con la politica di demonizzazione dell'unico Paese sovrano che ancora non si è piegato all'imperialismo dominante cui l'Italia è già da tempo succube. Basti leggere le ultime dichiarazioni del Premier per capire la deriva cui si sta andando. Siamo già pronti all'ennesima guerra preventiva, a lasciare sul campo altre decine di migliaia di morti civili, di donne e bambini, di anziani, per esportare il nostro modello di "democrazia". Io, caro Gelsomino, non mi piego e non mi accodo. Se tu hai la tua libertà e le tue idee, che rispetto anche se non condivido, lascia che anche gli altri la possano esprimere in franchezza. Non credo tu possa ritenerti l'unico portatore della verità. E se ritieni, come immagino visto ciò che scrivi, di essere migliore di noi nel fare questo lavoro, beh, accomodati! Nessuno te lo vieta, così come nessuno ti obbliga ad aprire le pagine dei giornali. Ti lascio con un aneddoto: in uno dei primi incontri fra Islam e Occidente, il sultano Harun-al-Rashid donò a Carlo Magno un magnifico cronometro di alto ingegno, un orologio di ottone di meravigliosa concezione meccanica. Carlo Magno ricambiò con selvaggina essiccata, verdure, patate e ciuffi di rosmarino... Cordialità!
    21 - Feb 3, 2010 - 13:32 Vai al commento »
    Caro Gianluca, il tuo commento è fortemente offensivo nei riguardi di una intera categoria dove esisteranno senza dubbio soggetti poco professionali ma che è per lo più caratterizzata da gente che si sbatte dalla mattina alla sera per informare guadagnando stipendi da fame. L'approssimazione in questo mestiere non esiste. Come diceva giustamente Paola, chi sbaglia paga: su questo non ci piove. D'altronde, non si può neanche pensare di avere una stampa al proprio servizio sempre e comunque. Quotidianamente siamo inondati di comunicati, lettere, segnalazioni, spesso materiale che non avrebbe alcun interesse giornalistico. Quando ci troviamo a fare delle scelte, ecco che chi magari non vede il suo pezzo di 10mila battute non pubblicato o tagliato per ovvie esigenze di impaginazione, grida al complotto e alla censura. Non diciamo cazzate. Chi fa questo mestiere andrebbe rispettato come chiunque altro, mentre invece quando ci sono disguidi o problemi la colpa è sempre della stampa. Io, ovviamente, parlo per la nostra piccola realtà dove conosco tutti e su quasi tutti posso mettere la mano sul fuoco per la loro buona fede. Se il discorso si allarga alle "firme" nazionali, passo perchè si tratta di tutt'altra materia che a noi, piccoli precari di provincia, non compete.
  • Vigilessa spara a Recanati
    Arrestata per tentato omicidio

    22 - Gen 27, 2010 - 18:43 Vai al commento »
    L'articolo è stato aggiornato con ulteriori particolari alle 18.45. Grazie.
Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy