Liste civiche 1
Partiti 0

- caricamento letture

genteasiloricci

di Mauro Montali

Notizie dal fronte: eccole. L’Udc ha sciolto le riserve e va con Pistatelli. L’Udc si accontenta di poco, evidentemente. Ivano Tacconi la spiega così:< L’ultima leva che è arrivata nel nostro partito è di centro-destra. Hanno fatto tutto loro, la mia personale battaglia l’ho  persa>.
Sembra fatta per Fabio Pistarelli? Un momento. Ancora il rassemblement di Berlusconi, a Macerata, stando alle ultime elezioni, è ancora indietro, sia pure per una manciata di voti. E dunque la partita è tutta da giocare. Il centrosinistra,  è vero, fa di tutto per favorire Pistarelli, ma nonostante tutto, forse, non ci riuscirà. Romano Carancini dice cose nebulose. Del tipo: <Il Comune di Civitanova ha fatto delle speculazioni finanziarie>. Ma quali? Non si è capito. L’avvocato Carancini non è stato chiaro al proposito.
Il tutto è andato in scena ieri sera all’asilo Ricci (il resoconto di Matteo Zallocco lo trovate qui a fianco) dove i candidati sindaci si sono presentati ai cittadini. Complessivamente è stata una vicenda surreale. Per Fabio Pistarelli una delle cose da fare, nei primi giorni del suo eventuale mandato, è quella di cambiare le  tapparelle della prefettura, in piazza della Libertà. Bene, Pistarelli deve avere ancora nelle orecchie una “denuncia” del professor Evio Hermas Ercoli fatta pubblicamente una decina di anni or sono.
Il meeting è stata una cosa così. Priva di contenuti reali. L’assessore Di Geronimo, su sollecitazione di un cittadino circa l’alto costo dei parcheggi, ha detto che aveva “chiesto” alla macchina comunale come stessero le cose ma che non aveva avuto chiarimenti precisi. Ora, un assessore non può fare domande oziose, deve dare risposte.  A proposito: Maurizio Mosca deve sempre spiegare alla città, la sua defezione: cosa è successo a “Momo”?
Fabio Pistarelli ( potrebbe essere la sua chance esistenzial) con questa storia di “Macerata nel cuore”, de amicisiana, bolsa, e retorica non si sta creando un grande futuro.
L’impressione è che i due candidati maggiori, Carancini e Pistarelli, non abbiano trovato la chiave giusta. Cattivi consiglieri e amici persi. Carancini è solo: il partito dove sta? E’ desolante vedere quella sua sede elettorale, in pienissimo centro, sempre deserta. Pistarelli potrebbe ricalibrare la sua campagna con altri messaggi. Ma chi potrebbe aiutarlo? Forse il professor Castiglioni, non certo chi prende ordini da piazza Strambi.
I più bravi sono stati (opinione personalissima, sia chiaro) i rappresentanti delle liste civiche: Ranzuglia, Anna Menghi, Ballesi. Parliamo di quest’ultimo. Persona gradevole e stimabilissima. E tutti gli ricononoscono credibilità. E ci mancherebbe altro. Juve e Eric Burdon (io e Ballesi sappiamo di cosa parliamo) ci uniscono profondamente. Tuttavia, nel suo programma, un depliant che si trova dappertutto, ci sono scritte varie , come dire?, leggerezze. La copertura dello Sferisterio? Giorgio Ballesi sa quanto potrebbe costare? Già d’estate, lì, c’è sempre un microclima per il quale è necessario portarsi un golfino, magari di cachemire. E d’inverno? Solamente di riscaldamento, la bolletta quale potrebbe essere? La sensazione è che Ballesi, che voteremmo volentieri, se non fosse…, abbia fatto un libro dei sogni. Fare due parcheggi? Uno al Campo dei Pini, che è il posto più bello di Macerata? E l’altro a Rampa Zara? E ,contemporaneamente, riportare il Silos di via Armaroli al mercato della carne e del pesce. Ma non lo sa, Ballesi, che questo angusto park cittadino è privato?
Eppoi, è vero, che l’avvocato Ballesi, come alcuni dicono, ha già stretto un accordo, per l’eventuale ballottaggio, con Romano Carancini?
Anna Menghi, che è la persona più preparata di tutte, ha un problema: Placido Munafò. Il quale non fa nulla per non farsi odiare. Sarebbe uno splendido tecnico ma il suo carattere è pessimo. Si è permesso, in un commento a Cronache Maceratesi, di dire “chi è Conti” e perchè il nostro giornale non pubblica qualche minuto prima il resoconto dell’intervista della Menghi a ” Etv”. Questo giornale, Cronache Maceratesi, è sempre stato imparziale. Ed anzi:  siamo stati gli unici a riportare Anna e il suo comitato alla ribalta. Ma così non faranno molta strada.
Con uno scatto di dignità, con un sussulto finale, Giulio Conti, che comunque ha una storia da rispettare, ha detto di non presentarsi alle Regionali. Già è qualcosa. Ma non basta. Ci dica, anche lui dopo tutti i casini che ha fatto, come stanno le cose. Fini lo ha richiamato all’ordine?
Dal fronte queste sono le notizie.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-





Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X