Tre festival in uno,
a Unimc 70 eventi in quattro giorni
«Un grande movimento per il centro»

MACERATA - L'ateneo ha deciso di raggruppare gli appuntamenti Macerata Humanities Festival (27-30 settembre), la Fiera dell’editoria universitaria (27-29 ottobre) e la Notte Europea dei ricercatori (29 settembre). Presentato il vastissimo programma. Il rettore John Mc Court: «Il tema è ‘La comunità che cresce’, mettiamo insieme università, cittadinanza e territorio»

- caricamento letture
Notte-Della-Ricerca_FF-1-650x434

La presentazione del festival Unimc

di Mauro Giustozzi (foto Fabio Falcioni)

Quattro giorni con più di 70 appuntamenti disseminati nei contenitori e nelle piazze del centro storico per la prima edizione del Macerata Humanities Festival (27-30 settembre), della Fiera dell’editoria Universitaria booksUP (27-29 ottobre) e della Notte Europea dei ricercatori (29 settembre) tre eventi che messi assieme faranno del capoluogo il punto di riferimento degli atenei italiani. E’ stato il rettore di Unimc, John McCourt, che ha fortemente voluto raggruppare questi appuntamenti che hanno visto al lavoro tutti i Dipartimenti, a riuscire a mettere assieme il sostegno pubblico di Regione Marche e Comune di Macerata con quello di sponsor privati del livello di Bper banca, Simonelli Group e Cucine Lube e finanziato con fondi specifici del Pnrr.

McCourt_Notte-Della-Ricerca_FF-7-325x217

Il rettore John Mc Court

Vastissimo il programma con eventi, quasi tutti a ingresso libero o su prenotazione: talk e incontri con autori e importanti protagonisti del mondo della cultura, mostre, laboratori, aperitivi tematici, programmi radiofonici, installazioni digitali interattive, teatro, concerti. Nei primi due giorni, il Festival ospiterà anche la fiera nazionale delle University Press italiane Books UP!, attualmente l’unica manifestazione in Italia dedicata all’editoria accademica. Nella sala Sbriccoli della biblioteca didattica di ateneo del Palazzo del Mutilato stamattina si è tenuta la presentazione del trittico di appuntamenti oltre al rettore hanno partecipato Simona Antolini, presidente Edizioni Università di Macerata, Fabiola Falappa, docente referente Sharper 202 e l’assessore comunale alla Cultura Katiuscia Cassetta.

Notte-Della-Ricerca_FF-9-325x217«Questa è la prima edizione di un Festival che vogliamo diventi un appuntamento fisso annuale della nostra università –ha sottolineato il rettore McCourt- Quattro giorni interi pieni di eventi e di attività che sicuramente porteranno un grande movimento nel centro storico di Macerata. Colgo l’occasione per ricordare il sostegno avuto dal Comune anche in questa occasione che conferma gli ottimi rapporti che ci sono per questo e altri eventi che ci hanno visto lavorare assieme. Il tema del festival è ‘La comunità che cresce’ mettiamo al centro la comunità in vari modi: quella universitaria come quella della cittadinanza e del territorio, comunità che cerca di custodire il patrimonio culturale della città. In questi mesi si è costruito un ottimo rapporto con sponsor privati che ci sostengono. E’ stata una scelta precisa quella di raggruppare tre appuntamenti nello stesso periodo per fare massa critica del nostro ateneo all’inizio dell’anno accademico».

Notte-Della-Ricerca_FF-8-325x217Sono tanti i nomi dei protagonisti per altrettanti momenti di dialogo, riflessione, approfondimento: tra questi la scrittrice Silvia Ballestra, candidata al Premio Strega 2023, John Hooper, giornalista e scrittore britannico, corrispondente dall’Italia per ‘The Economist’, Marco Filograsso, in arte Savyultras90, gamer e streamer professionista, per capire insieme la comunità dei giochi online, un fenomeno globale che coinvolge ogni giorno milioni di utenti in tutto il mondo. Ogni sera uno spettacolo ai teatri della Filarmonica e Lauro Rossi protagonisti Cesare Catà, filosofo e performer, il concerto degli Utah, giovane gruppo marchigiano vincitore del premio del pubblico durante le audizioni di Musicultura, Serena Dandini, nota conduttrice, scrittrice e autrice televisiva e il concerto di chiusura a cura di Appassionata.

Notte-Della-Ricerca_FF-4-325x217Torna venerdì 29 settembre per il sesto anno consecutivo la Notte Europea dei Ricercatori, partecipa tramite il progetto Sharper uno dei principali eventi internazionali dedicati al dialogo tra ricerca e cittadini nell’ambito delle azioni Marie Curie. «Saranno coinvolte 15 città italiane che decidono di fare rete –ha ribadito Fabiola Falappa– tra ricercatori e studiosi universitari e coloro che popolano le piazze e gli spazi culturali della città. Ci saranno quattro pre eventi uno per ogni giorno che precede l’appuntamento del 29 settembre all’interno del quale ci sarà una diretta col professor Perna dall’Albania dove sono in corso le missioni archeologiche ad Antigonea, Hadrianopolis e nella valle del Drino. Un’attenzione particolare sarà dedicata quest’anno alle questioni di genere e della sostenibilità, attraverso talk e laboratori.

Notte-Della-Ricerca_FF-6-325x217Tra le curiosità: la possibilità di confrontarsi con l’Intelligenza Artificiale guidati da un visual designer per creare la migliore immagine che rappresenti UniMc o partecipare a un quiz a premi basato sull’utilizzo di strumenti di intelligenza artificiale come ChatGPT. Per bambini e adolescenti, ci saranno i laboratori Sharper for kids su educazione alimentare e sostenibilità, robotica educativa, filosofia con bambini e bambine». L’assessore alla Cultura Katiuscia Cassetta ha ribadito come «sia doveroso da parte del Comune mettere a disposizione teatro, biblioteca le piazze del centro nel segno di una collaborazione strategica e determinante con l’Università per la nostra città. In questa come in altre occasione passate e future noi ci saremo sempre».

McCourt_Notte-Della-Ricerca_FF-5-325x217La novità è rappresentata dalla fiera dedicata all’editoria universitaria Books UP! I libri delle University Press, che si svolgerà nella Sala Sbriccoli del Palazzo del Mutilato il 27 e il 28 settembre. Organizzata con il partenariato della Scuola di studi superiori ‘Giacomo Leopardi’, la fiera coinvolge la comunità accademica, la Scuola di Dottorato, il festival ‘Macerata Racconta’, i licei maceratesi e le librerie Bottega del libro e Del Monte. «La fiera nasce dentro il Festival e cerca di riassumere in termini editoriali quello che è il tema proposto –ha affermato Simona Antolini-. L’obiettivo è approfondire il dialogo con le altre università italiane e dall’altra creare uno spazio di incontro tra comunità accademica e società civile. Ci sarà un expò di libri in questa sede che vedrà partecipare 14 case editrici universitarie delle circa 35 esistenti in Italia affiancate da tre momenti di incontro e dialogo che vedranno ospiti il politologo Vittorio Emanuele Parsi alle 17:30 di mercoledì su “Cittadini, partecipazione e leadership” e Gianna Fregonara alle 10 di giovedì 28 su “Informazione e fake news”. Si chiude giovedì pomeriggio alle 17:30 con il gioco di divulgazione scientifica aperto a tutti “Fermati un girone… a Macerata!” incentrato su Dante ed al quale parteciperanno anche i due licei cittadini, Classico e Scientifico». Il programma completo può essere consultato sul sito www.unimc.it/mhf.


(Clicca per ascoltare la notizia in podcast)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X