Campo dei Pini inaugurato e chiuso
«Gestione provvisoria per il Velox
poi la Maceratese ha detto no»

MACERATA - L'assessore Riccardo Sacchi spiega che i lavori, come da contratto, saranno ultimati a settembre ed era stata decisa una assegnazione provvisoria di campo e spogliatoi solo per organizzare lo storico torneo. Interrogazione del Dem Del Gobbo

- caricamento letture
StadioDellaVittoria_FF-2-650x434

Il taglio del nastro allo Stadio della Vittoria

di Luca Patrassi

Gli interrogativi giravano da alcuni giorni, al pari delle richieste di chiarimento degli abitanti della zona, abituati a frequentare gli spazi verdi del campo sportivo della Vittoria, più noto come campo dei Pini: “Se è stato inaugurato, perché non viene riaperto al pubblico?” ci si chiede. Dagli interrogativi, si è passati ad accuse vere e proprie, come nel caso dell’ex assessore provinciale Alessandro Savi che in un post sulla sua pagina Facebook (leggi in fondo) ha avanzato il dubbio che la mancata apertura possa dipendere da problemi tecnici.

Sacchi_MacerataEstate_FF-6-325x217

Riccardo Sacchi

Interrogativi girati all’assessore comunale allo Sport Riccardo Sacchi che espone il pensiero dell’amministrazione comunale: «Ci si imputa un eccesso di generosità. In realtà non abbiamo mai detto che i lavori di restyling del campo della Vittoria erano terminati, abbiamo semplicemente deliberato un affidamento provvisorio di campo e spogliatoi alla Maceratese per permettere alla società sportiva, che ci pressava in tal senso, di organizzare in quell’impianto il torneo Velox, manifestazione di tradizione che ha una largo seguito anche di pubblico. Quindi abbiamo deliberato per una gestione provvisoria dell’impianto sportivo in attesa del completamento dei lavori che, da contratto, sono previsti in ultimazione per settembre. Nel deliberare la gestione provvisoria, abbiamo pensato di spiegare cosa si è fatto, e questo, con il senno di poi, avremmo potuto evitarlo. Però ci è apparso normale presentare un’opera nel momento in cui, sia pur provvisoriamente, la si consegna. Poi è accaduto che la Maceratese ci ha comunicato di non fare in tempo a prendere i necessari permessi per l‘organizzazione del Velox. La gestione provvisoria sarebbe stata solo per il campo e per gli spogliatoi, visto che il parco è ancora da sistemare. Dunque i lavori proseguono, come da contratto iniziale. Nessun ritardo, nessun problema».

StadioDellaVittoria_FF-14-325x217Il campo, però che prima era omologato per l’Eccellenza ora lo è per la Prima categoria. «Il problema – continua Sacchi – da quello che hanno spiegato i tecnici, nasce dal fatto che si tratta di un progetto, elaborato dalla precedente amministrazione, legato a un bando del Coni che chiede determinati requisiti per i campi da gioco e tra questi la visione dell’intero rettangolo di gioco dal primo gradone degli spalti. Il campo della Vittoria, come noto, è un monumento vincolato dalla Soprintendenza, non si poteva certo modificare l’impianto architettonico, quindi si è ridotta la larghezza del campo di un paio di metri».

DelGobbo_ConsiglioComunale_FF-9-325x217

Maurizio Del Gobbo, consigliere del Pd

Sempre oggi l’argomento è stato oggetto di una interrogazione rivolta al sindaco da parte del consigliere comunale dem Maurizio Del Gobbo. La premessa: «Il 14 giugno è stato inaugurato in pompa magna – dopo essere stato ristrutturato – lo Stadio della Vittoria, risulta inoltre sia stata riqualificata anche l’area verde circostante; risulta altresì che l’impianto con grande stupore generale sia stato immediatamente chiuso dopo tale inaugurazione e reso non fruibile alla cittadinanza e alle società sportive, in particolare alla Maceratese Calcio che ivi avrebbe dovuto effettuare le partite finali dei trofei Velox e Cleti; sempre da notizie di stampa si apprende che la struttura non sarebbe fruibile e accessibile prima del mese di settembre prossimo causa l’effettuazione di non meglio precisati ulteriori lavori; purtroppo a tutt’oggi tale struttura sportiva non risulta ancora aperta al pubblico; al di là della sua valenza sportiva l’area in questione rappresenta un polmone verde, specie per il quartiere di Santa Croce».

Ed ecco le domande che pone Del Gobbo: «Perché sia stata inaugurata la struttura dal momento che la stessa non era ancora fruibile; quando la struttura sarà resa effettivamente e concretamente disponibile per la cittadinanza e per le società sportive che vi svolgono la loro attività».

alessandro-savi-post-campo-dei-pini

Il post di Alessandro Savi

 

Ecco il nuovo stadio Della Vittoria «Bello come negli anni ’20» «Un gioiello all’interno della città»

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X