“Buon’estate” a Palazzo Buonaccorsi.
Cassetta: «Museo Ferretti? Va avanti da 25 anni,
dobbiamo guardare al futuro»

MACERATA - Presentata la rassegna di arti performative che andrà in scena dal 2 all’8 luglio su iniziativa del Comune e dell’Amat. Ecco il programma. L'assessora puntualizza alcune polemiche del presente e sulla proposta lanciata dai partiti della sua stessa maggioranza dice: «Spinte che guardano al passato. In città non abbiamo bisogno di altri spazi espositivi»

- caricamento letture
buon-estate3-325x244

Gilberto Santini e Katiuscia Cassetta

di Luca Patrassi

Il mese di luglio nella città di Macerata si apre come un fiore a Palazzo Buonaccorsi con la rassegna di arti performative Buon’Estate che rivela una corolla di spettacoli dal 2 all’8 luglio su iniziativa del Comune di Macerata con l’Amat, il contributo di Regione Marche e MiC e in collaborazione con Lagrù. Presentazione della rassegna questa mattina a Palazzo Buonaccorsi, presenti l’assessora alla Cultura Katiuscia Casetta e il direttore dell’Amat Gilberto Santini.

«Perché un festival in un museo? Questa – osserva l’assessora alla Cultura Katiuscia Cassetta – una domanda legittima, soprattutto quando la città si vuota e tutti si dirigono verso il mare. La risposta sta nel voler credere che il museo è la vera piazza culturale della città, che offre stimoli e mescola linguaggi artistici per essere percepito da chi rimane, ma soprattutto da chi sceglie di venire a visitare una città in collina durante le serate estive, un luogo creativo e contemporaneo. Un luogo in cui le opere esposte, il cortile, le stanze si animano e dialogano con gli artisti contemporanei e con un pubblico vario che ci auguriamo potrà così davvero sentirsi accolto da una città che investe in cultura, investe sul presente e soprattutto pensa a un futuro in cui sempre più persone abbiano maggiore sensibilità e consapevolezza del valore del patrimonio artistico a nostra disposizione e di come esso possa ancora arricchirci». L’assessora Cassetta guarda al futuro rileggendo al passato, ma si occupa anche di puntualizzare alcune polemiche del presente.

buon-estate

Katiuscia Cassetta

La questione dello spazio espositivo che alcune forze della maggioranza e il consigliere di opposizione David Miliozzi vorrebbero si realizzasse per omaggiare l’arte dello scenografo Dante Ferretti. In buona sostanza l’assessora chiude con eleganza ricordando come Macerata abbia già un museo, come il Buonaccorsi, da valorizzare e aggiunge: «Ci hanno accusato di voler uscire dalla Fondazione Rete Lirica Marche perché non vogliamo fare rete, in realtà tutto quello che facciamo è orientato alla creazioni di reti e di connessioni come si vede anche dai protagonisti di questa rassegna. Crediamo anche nella valorizzazione delle competenze e delle professionalità che ci sono nel territorio. I musei in città ci sono, non abbiamo bisogno di altri spazi, questo è un luogo che ha un potenziale enorme, dovremo investire di più su questo spazio. La città è già piena di contenitori, non ha bisogno di altre attività, questa è una rassegna che cerca di intercettare nuovo pubblico andando incontro al contemporaneo. Quanto al museo Ferretti, è un percorso iniziato dalla Regione a Villa Buonaccorsi di Potenza Picena, un percorso al quale saremo onorati di agganciarci in un luogo fisico che è stato scelto dalla Regione e dal Ministero, peraltro un percorso presentato a Venezia alla presenza di Dante Ferretti. Ci sono spinte che guardano al passato, questo di Ferretti è un discorso che va avanti da 25 anni e noi dobbiamo guardare al futuro. Il percorso che abbiamo iniziato va in questo senso, i dati dicono che abbiamo fatto tanto, non è una gestione privatistica della cultura, sono attività a disposizione della città. Lo Sferisterio ha programmato una stagione fantastica, l’Accademia ha una sezione di scenografia e non c’è bisogno di integrare facendo un centro di scenografia. L’Amministrazione ha la massima disponibilità, aderiremo a tutte le iniziative per Ferretti, ma in un’ottica di ampio respiro, di collaborazione con la Regione».

buon-estate4-325x244Un’altra cosa l’assessora Katiuscia Cassetta tiene a dire, le presenze: «I numeri delle visite a Palazzo Buonaccorsi sono cresciuti finora del 60% rispetto allo scorso anno e lo scorso anno c’era già stato un aumento del 100%, questo modo di agire funziona e ci sta premiando».

Tornando alla rassegna, apre le danze il 2 luglio Satiri di Virgilio Sieni, coreografo tra i più apprezzati della scena italiana. Grazie alla danza affidata a Jari Boldrini e Maurizio Giunti e alle musiche composte ed eseguite dal vivo al violoncello da Naomi Berrill, Buon’Estate offre al pubblico una performance itinerante, tra il Cortile del Palazzo e la Sala dell’Eneide, dove la danza si presta a laboratorio di vita. Il 3 luglio, Ginevra Di Marco e Franco Arminio offrono È stato un tempo il mondo, una serata per ricordare cosa è stato il mondo e cosa sta diventando, attraverso canti e poesia popolare, canzoni d’autore, momenti intimisti e di festa, accompagnati da Francesco Magnelli e Andrea Salvadori.

Torna a Macerata il 4 luglio – in collaborazione con l’associazione Acusmatiq Matme e il Festival Torpedine dalla Rassegna di Nuova MusicaPlayer Circus, innovativa performance di sei esibizioni di otto minuti ciascuna, conclusa da una jam collettiva di tutti i partecipanti. Sul palco a dare vita a questo format nuovo e coinvolgente ci sono il sassofonista Antongirolami, il sintetista Bragaglia, il pianista Francesconi, il chitarrista Gentili, lo sperimentatore elettronico berlinese Hainbach e la contrabbassista Palazzi. Durante la serata, a cura del Museo del synth marchigiano, sarà attiva, per mano di Riccardo Pietroni una installazione sonora generativa basata sulla rarissima MARS, la workstation digitale progettata all’Iris da Giuseppe Di Giugno per il gruppo Bontempi Farfisa negli anni ’90.

buon-estate2-325x244Un viaggio appassionante nella Roma antica trasporta lo spettatore il 5 luglio nel cuore di uno dei momenti cruciali della latinità con Honourable men messo in scena da Cesare Catà con Pamela Olivieri, Rebecca Liberati e Simona Ripari. Letture sceniche, musiche dal vivo e uno storytelling originale si alternano intessendo il filo del racconto sul copione shakespeariano del Giulio Cesare. La serata, accompagnata dalle musiche di Maurizio Serafini, rientra nell’ambito del Tau – Teatri Antichi Uniti.

Rassegna nella rassegna, il 7 e 8 luglio, a cura di Lagrù, torna Il Cortile delle Storie – I teatri del mondo alla ribalta, teatro per l’infanzia che quest’anno prevede quattro appuntamenti. Massimiliano Venturi il 7 luglio (ore 17.45) riporta in vita Le Avventure di Sganapino, insieme con Fagiolino e altre maschere, protagoniste di un variegato repertorio di spettacoli di burattini. Sempre il 7 luglio (ore 21.15) la Compagnia Lagrù Ragazzi racconta le Storie nell’armadio, un carosello di storie divertenti con un’esaltante battaglia di cuscini fra gli spettatori. Pulcinella e il castello misterioso è un classico del teatro dei burattini che la Compagnia Degli Sbuffi porta in scena a Macerata l’8 luglio (ore 17.45) attraverso un susseguirsi di colpi di scena, in una girandola di avvenimenti mozzafiato. Conclude Il Cortile delle Storie, sempre l’8 luglio (ore 21.15), il classico di Biancaneve di Tieffeu – Teatro di Figura Umbro, uno spettacolo di figura per ogni età dove un grande libro si apre a pop up e fa da cornice alla storia. Informazioni presso Biglietteria dei Teatri 0733 230735, Amat 071 2072439 e circuito Vivaticket (vendita on line). Inizio spettacoli ore 21, Satiri ore 19, 20.30, 22 (tre repliche per massimo 30 spettatori ciascuna).

 

Museo per Dante Ferretti, Confartigianato risponde presente: «Proposta da accogliere positivamente»

Il centrodestra si appella a se stesso: «Un museo da dedicare al maestro Dante Ferretti»



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
Podcast
Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X