«Calamità naturali in aumento»
Allagamenti e alberi pericolanti:
più 60% d’interventi dei vigili del fuoco

MACERATA - Celebrazioni per Santa Barbara. Il comandante Mauro Caprarelli: «Nelle Marche e in provincia nel 2022 gli eventi calamitosi hanno messo a dura prova il Corpo. La prevenzione è fondamentale. La carenza di organico si è accentuata, abbiamo il 16% in meno del personale previsto». La buona notizia è che sono arrivati 21 nuovi pompieri. La carenza di organico si è accentuata, abbiamo il 16% in meno del personale previsto». La buona notizia è che sono arrivati 21 nuovi pompieri
- caricamento letture
SantaBarbara_FF-7-650x434

Il comandante Mauro Caprarelli

 

di Gianluca Ginella (Foto di Fabio Falcioni)

«Marche alle prese quest’anno con eventi calamitosi, alluvioni, scosse sismiche e in misura minore incendi boschivi che hanno messo a dura prova la capacità operativa dei vigili del fuoco che hanno comunque risposto alle esigenze di soccorso con prontezza e professionalità che da sempre lo contraddistinguono. I dati dimostrano l’aumento degli eventi calamitosi e cambiamenti climatici. In provincia nel 2022 abbiamo avuto un più 38,46% di interventi per dissesti statici (rispetto all’anno passato, ndr), più 62,96% per allagamenti e danni d’acqua, più 61,76% per alberi pericolanti, più 103,67% per bonifiche insetti».

SantaBarbara_FF-8-650x434A fare il punto è il comandante dei vigili del fuoco di Macerata, Mauro Caprarelli nel corso delle cerimonie dedicate oggi a Santa Barbara, la patrona dei vigili del fuoco. Secondo Caprarelli, che nel suo discorso ha detto chiaro quando tenga alla formazione del personale ma anche di chi potrebbe un giorno trovarsi in mezzo ad una emergenza, «la prima misura è la prevenzione» e ha sottolineato poi che in base ad uno studio inglese sulle emergenze alluvionali «le somme spese per le opere di difesa contro le alluvioni ammontano a circa la metà di quelle necessarie per riparare i danni da inondazione e che l’opera di manutenzione e di difesa degli argini e delle altre infrastrutture, necessarie a prevenire le esondazioni, ha un costo sette volte inferiore a quello necessario per far fronte alle spese connesse ai danni causati da eventi alluvionali. La manutenzione come misura preventiva è quindi un intervento indispensabile in un Paese come l’Italia in cui oltre l’80 per cento dei comuni sono a rischio idrogeologico. Ben 24mila invece sono le scuole a rischio sismico.

SantaBarbara_FF-2-650x434Ma se è importante cercare di evitare danni con le misure preventive – ha continuato Caprarelli -, è altrettanto importante ridurre i danni, qualora l’evento calamitoso si verifichi, con le misure protettive. In primo luogo servirà fornire quindi maggiori indicazioni: semplici, dettagliate e chiare ai cittadini e ai sindaci su cosa fare in caso di calamità, informandoli, oltretutto, degli scenari post-alluvione. Ed ancora, mappe della pericolosità delle alluvioni, criteri di sicurezza infrastrutturale più avanzati, redazione di piani di gestione del rischio. Si sta facendo molto ma ancora molto c’è da fare».

Nel 2022 i vigili del fuoco si sono distinti «per professionalità, tempestività ed efficacia operativa, riscuotendo attenzione e consenso da parte della pubblica opinione – ha continuato il comandante -. Il comando di Macerata ha sostenuto un’intensa attività operativa di soccorso, quella che noi chiamiamo appunto protezione, registrando complessivamente ad oggi 6.645 interventi (+8,77% rispetto al 2021). Tra questi, i più confortanti, perché in diminuzione rispetto l’anno precedente: 17,69% per incendi, 29,82% per incendi di vegetazione, 2.26% per fughe di gas».

SantaBarbara_FF-3-650x434Il comandante ha sottolineato l’importanza della cultura della sicurezza: «oggi più che mai, le nostre competenze costituiscono un fondamentale punto di riferimento anche e soprattutto nel cammino della costruzione di una cultura della sicurezza e della prevenzione, sempre più a beneficio delle persone, delle imprese, dell’ambiente, dell’intera società. Il comando ha svolto nel corso dell’anno accertamenti di esame svolti per gli addetti alla lotta antincendio nei luoghi di lavoro: abilitando 320 lavoratori a svolgere l’incarico della gestione delle emergenze nei luoghi a rischio alto d’incendio, sempre più consapevoli che per diffondere nella nostra società la cultura della sicurezza antincendio e quindi anche dell’autoprotezione del cittadino dal rischio incendi, sia indispensabile fare formazione».

SantaBarbara_FF-5-650x434I vigili del fuoco si sono concentrati anche in altre attività, come andare nelle scuole o accogliere le visite delle scolaresche «per diffondere la cultura della sicurezza soprattutto tra coloro che della sicurezza sono forse gli anelli più deboli, i bambini». C’è stata poi tutta una attività di prevenzione incendi: «Il lavoro svolto dai funzionari tecnici del comando provinciale – ha detto ancora Caprarelli – ha consentito di espletare complessivamente circa 2.040 pratiche oltre a 47 procedimenti di polizia giudiziaria, 59 tra commissioni provinciali e comunali di vigilanza locali di pubblico spettacolo e 328 servizi di vigilanza antincendio». E poi sono stati tanti i corsi a cui hanno partecipato i vigili del fuoco quest’anno, 24: «Essendo io fermamente convinto che il mantenimento di una così elevata professionalità da parte dei vigili del fuoco deve essere costantemente accompagnata da uno specifico e costante aggiornamento professionale».

SantaBarbara_FF-13-650x434 I corsi hanno consentito di formare e aggiornare 81 vigili, quali la metà del personale effettivo. Che resta carente, come ha sottolineato ancora il comandante: «La carenza di personale, già notevole lo scorso anno si è ancor più accentuata in questo. Nel nostro comando sono 10 le persone che sono andate in pensione quest’anno o che andranno tra dicembre ed i primi sei mesi del 2023 (circa il 5% del personale effettivo). Se i “più grandi” vanno, i “giovani” arrivano. Nuovi 21 vigili del fuoco sono stati assegnati al nostro comando. Nuova linfa ma non ancora sufficiente a compensare la carenza di organico teorico che ad oggi ammonta per il personale operativo a meno 39 vigili (meno 16%).

Nel corso della cerimonia sono poi stati consegnati tre diplomi di lodevole servizio a Fabrizio Ferretti, Delio Berrè, Gianfanco Brizzola e una Croce di anzianità a Gino Gabellieri.

Presente ai festeggiamenti per Santa Barbara anche  l’“Orchestra fiati insieme per gli altri”

GinoGabellieri_SantaBarbara_FF-12-650x434

Gino Gabellieri

GianfrancoBrizzola_SantaBarbara_FF-11-650x434

Gianfraco Brizzola

FabrizioFerretti_SantaBarbara_FF-9-650x434

Fabrizio Ferretti

DelioBerre_SantaBarbara_FF-10-650x434

Delio Berré

 

orchestra-fiati-insieme-per-gli-altri-2-650x488

L’orchestra di fiati insieme per gli altri

orchestra-fiati-insieme-per-gli-altri-1-650x488



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X