Recanatese, un punto ad Olbia
davanti a 4 tifosi irriducibili:
Sbaffo ancora a segno

SERIE C - In Sardegna finisce 1 a 1. Il capitano realizza ad inizio ripresa, i locali pareggiano nel finale. I giallorossi di Pagliari, seguiti da soli quattro supporter in una delle trasferte più lontane del campionato, restano fuori dalla zona playout
- caricamento letture

 

Gol-Recanatese-ad-Olbia

L’esultanza della Recanatese dopo il gol del vantaggio siglato da Sbaffo

 

di Andrea Cesca

La Recanatese torna a casa con un punto dalla trasferta di Olbia. I giallorossi accarezzano la vittoria per buona parte del secondo tempo, poi subiscono la rete del pareggio. Sbaffo apre le marcature nel secondo tempo, Brignani fa 1 a 1. Tante le emozioni nel finale, la squadra di casa colpisce due legni con Ragatzu e La Rosa, la Recanatese fallisce due contropiedi con il neo entrato Senigagliesi. I leopardiani restano un punto sopra la zona playout non senza rammarico.

Tifosi-Recanatese-ad-Olbia-foto-Fiordomo

I quattro tifosi della Recanatese in trasferta ad Olbia

Quattro tifosi di fede giallorossa sono al seguito della squadra in una delle trasferte più lunghe della stagione. La Recanatese deve fare a meno dello squalificato Marafini, al suo posto l’albanese Tafa. «E’ una partita da non perdere» ha affermato alla vigilia del match l’allenatore Giovanni Pagliari. L’Olbia, ultimo in classifica, non vince in casa dalla prima giornata di campionato. Da un paio di settimane nelle file dei padroni di casa c’è il recanatese Mordini. Allo stadio “Bruno Nespoli” è scontro salvezza. Olbia e Recanatese non si sono mai affrontate.

WhatsApp-Image-2022-12-03-at-18.11.24-325x179

L’infortunio a Carpani

La sfida inedita inizia male per i leopardiani. Dopo aver chiamato alla parata in due tempi Gelmi, Carpani toccato duro è costretto a lasciare il terreno di gioco (entra Minicucci). L’Olbia prova a replicare con un colpo di testa di Biancu su assist di Ragatzu, fuori. Poi la Recanatese rischia l’autorete: Longobardi nel tentativo di anticipare Contini costringe agli straordinari Fallani, lo stesso numero 2 allontana il pallone. E’ questa la palla gol più importante del primo tempo, i successivi tentativi di Contini (due volte) e Minicucci non sortiscono alcun effetto.

Olbia-Recanatese-Raparo

Una fase del match (foto Recanatese)

In apertura di ripresa Pagliari manda in campo Ventola e lascia negli spogliatoi Zammarchi. Il Re Leone Sbaffo ruggisce al primo pallone giocabile: sul cross dalla destra di Ferretti al 50’ il capitano incrocia il colpo di testa e non lascia scampo a Gelmi, Recanatese in vantaggio (0 a 1) sesto gol in campionato per il numero dieci dei giallorossi. L’Olbia va alla conclusione due volte con La Rosa, sul secondo tentativo Fallani respinge, Ragatzu ribadisce in rete, ma l’arbitro non convalida il gol per fuorigioco. La Recanatese sembra in controllo e riparte in contropiede, al 66’ Gelmi alza in angolo il  destro di Ferretti. La squadra di Pagliari rischia grosso al 78’ sulla mezza rovesciata del furetto Ragatzu che si stampa sul palo. Un minuto dopo il pareggio: calcio di punizione di Biancu dalla trequarti, la Rosa prolunga di testa, Brignani gira e mette alla spalle di Fallani (1 a 1).

WhatsApp-Image-2022-12-03-at-18.11.31-325x185L’Olbia adesso ci crede, due minuti dopo gran botta di La Rosa con il destro dal limite dell’area, traversa. La Recanatese ha per due volte la palla del controsorpasso in contropiede, Senigagliesi sprinta e manda in affanno la difesa dei bianchi: Minicucci tarda la conclusione sul primo tentativo, sul secondo è bravo Gelmi a sventare il pericolo. Il solito Ragatzu nel frattempo costringe Fallani in angolo.

La Recanatese nel prossimo turno, domenica 11 dicembre, ospiterà l’Entella. Nel posticipo della diciottesima giornata i giallorossi torneranno a giocare sul sintetico del Nicola Tubaldi: probabile diretta Sky Sport. Poi super derby al Del Conero contro l’Ancona.

WhatsApp-Image-2022-12-03-at-18.11.18-325x181Il tabellino:

OLBIA (3-5-2): Gelmi 7; Brignani 7, Bellodi 6, Travaglini 6; Sueva 5,5 (26’ st Babbi ng), Incerti 5,5 (19’ st Minala), La Rosa 6,5, Biancu 6, Mordini 6 (26’ st Renault ng); Ragatzu 7, Contini 5,5. A disp.: Van der Want, Gabrieli, Emerson, Fabbri, Secci, Occhioni, Zanchetta, König, Boganini. All.: Occhiuzzi.

RECANATESE (4-4-2): Fallani 7; Somma 6 (40’ st Pacciardi ng), Tafa 6, Ferrante 6,5, Longobardi 5,5; Ferretti 6 (40’ st Senigagliesi 6), Morrone 6 (30’ st Alfieri ng), Raparo 6, Carpani ng (8’ pt Minicucci 6); Zammarchi 5,5 (1’ st Ventola 5,5), Sbaffo 7. A disp.: Bagheria, Amadio, Quacquarelli, Meloni. All.: Pagliari.

TERNA ARBITRALE: Giuseppe Rispoli di Locri (assistenti Tomasi di Schio e Signorelli di Paola, quarto ufficiale Andrianbelo di Roma 1)

RETI: 5’ s.t. Sbaffo (R), 36’ s.t. Brignani (O)

NOTE: osservato un minuto di raccoglimento per le vittime della tragedia di Ischia. Calci d’angolo 9 a 4 per l’Olbia. Ammoniti: Sueva, Ragatzu, Contini, Mordini. Recupero: 5′ (1’ + 4’ )



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X