Vincono le prime della classe,
tre espulsioni per il Portorecanati

PRIMA CATEGORIA: IL PUNTO, LA TOP 11 E IL PERSONAGGIO - La squadra di Fondati chiude in otto contro la capolista Camerino. Si confermano in zona playoff Settempeda (Silla, Ulissi e Latini stendono l'Urbis Salvia), Appignanese (Medei mette ko il Cska Corridonia) e Folgore Castelraimondo (Bisbocci e Fiorgenti piegano il Sarnano del dimissionario Francesco Fede)
- caricamento letture
Top-11-Prima-10-andata-ok-650x323

La top 11 di Prima categoria

di Michele Carbonari

Vincono tutte le prime della classe nel girone C di Prima categoria.

Camerino

Una formazione del Camerino

Corsara la capolista Camerino a Porto Recanati, con i locali che chiudono addirittura in otto uomini. Lucaroni (rientra sul destro e palla a fil di palo) e Foglia (pallonetto sull’uscita del portiere) firmano il successo all’inglese. Risponde presente l’Elpidiense Cascinare, che espugna in rimonta Montecosaro fra le proteste dei padroni di casa di mister Diamanti passati in vantaggio nel finale grazie ad un guizzo di Santagata. Nel recupero gli ospiti ribaltano, su due episodi contestati dai locali. Conferma il terzo posto la Settempeda, che centra la prima vittoria interna trascinata da Silla (collo esterno e palo gol), Ulissi (pallonetto servito dallo stesso Silla) e Latini (su rigore, nuovamente assegnato ai biancorossi a distanza di quasi due anni). L’Urbis Salvia, interrompe la striscia di sei risultati utili, cede il passo solo nella ripresa, dopo che nella prima frazione colpisce un legno con Cullhaj.

Lesultanza-del-Montemilone-Pollenza

L’esultanza del Montemilone Pollenza dopo la vittoria sulla Vigor Montecosaro

Sempre in zona playoff l’Appignanese, la quale si affida al colpo di Medei, che devia sotto l’incrocio dei pali una punizione di Tarquini, nel primo tempo, e stende il Cska Corridonia. In scia la Folgore Castelraimondo, che espugna Sarnano (vano il penalty di Rosi) e conquista il primo successo lontano da casa: decisivi Bisbocci (rigore procurato da Fiorgentili) e lo stesso Fiorgentili (servito dallo stesso Bisbocci). Il ko spinge il tecnico locale Francesco Fede alle dimissioni. Non si ferma più il Montemilone Pollenza di mister Travaglini: un autorete di capitan Garofalo e Mengoni stendono la Vigor Montecosaro. Terminano 1 a 1 le altre due sfide del girone. Nel secondo tempo il botta e risposta fra Cingolana (Agosto, tiro a mezz’altezza in contropiede) ed Elfa Tolentino (Buldorini di testa sul calcio piazzato di Storani).

Medei-e1554712174923-325x292

Nicola Medei, attaccante dell’Appignanese

Sempre nel secondo tempo matura quello fra Caldarola ed Esanatoglia, entrambe le squadre chiudono in dieci: per gli ospiti gonfia la rete Pallotta (di piatto servito da Buldrini), per i locali Buresta (nel finale). I biancorossi di Dell’Erba recriminano per un rigore non concesso, in seguito al quale Maccari subisce la rottura della clavicola.

La top 11 (3-4-3): Caracci (Settempeda); Foglia (Camerino), Buldorini (Elfa Tolentino), Luciani (Cska Corridonia); Fiorgentili (Folgore Castelraimondo), Evangelisti (Cingolana), Reucci (Vigor Montecosaro), Messina (Montecosaro); Medei (Appignanese), Pallotta (Esanatoglia), Buresta (Caldarola). All.: Travaglini (Montemilone Pollenza).

Il personaggio della settimana: Nicola Medei (Appignanese). Il 25enne attaccante realizza il primo centro stagionale, pesantissimo, che regala tre punti ai suoi, fondamentali per restare nel gruppo delle squadre di testa. Un guizzo che ha risolto una partita complicata.

Risultati e classifiche, dalla Serie D alla Terza categoria



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page
-

Vedi tutti gli eventi


Quotidiano Online Cronache Maceratesi - P.I. 01760000438 - Registrazione al Tribunale di Macerata n. 575
Direttore Responsabile: Matteo Zallocco Responsabilità dei contenuti - Tutto il materiale è coperto da Licenza Creative Commons

Cambia impostazioni privacy

X